MARTA FASCINA/ Lite per la favorita di Berlusconi dietro frasi Pascale pro-sardine?

- Dario D'Angelo

Marta Fascina: c’è la nuova prediletta di Silvio Berlusconi dietro l’uscita pro-sardine della compagna Francesca Pascale?

francesca pascale
Francesca Pascale e Silvio Berlusconi (foto da Twitter)

Cosa si cela dietro l’uscita pro-sardine di Francesca Pascale? Non un ragionamento politico da parte della compagna di Silvio Berlusconi, secondo Dagospia. Piuttosto quello che il sito di Roberto D’Agostino non esita a definire come uno “scorno” per l’arrivo ad Arcore di Marta Fascina, nuova “favorita” del leader di Forza Italia. Stando a molti retroscena, l’originaria di Portici, a differenza della corregionale Pascale, oltre ad aver ottenuto un posto da deputata (fu inserita in due posti bloccati nei collegi plurinominali di Napoli sud e Napoli nord come fosse una big di livello nazionale) ha anche conquistato le simpatie dei figli di primo letto di Berlusconi, Marina e Piersilvio, impresa a quanto pare mai riuscita alla first lady di Arcore. Non è la prima volta che si parla di Marta Fascina. Mesi fa un articolo de Il Fatto Quotidiano sottolineò come la deputata azzurra avesse preso a scrivere “pensosi editoriali” pubblicati su “Il Giornale” diretto da Alessandro Sallusti. Con le malelingue che avevano prontamente individuato nell’altro parlamentare Andrea Orsini il suo ghostwriter.

MARTA FASCINA TRA FRANCESCA PASCALE E SILVIO BERLUSCONI?

Dimostrazione di come Marta Fascina abbia scalato le gerarchie del berlusconismo è la sua presenza a Palazzo Grazioli nei giorni della fiducia al governo Conte I. Insieme ai Gianni Letta, ai Ghedini, alle capigruppo Bernini e Gelmini, oltre a Gregorio Fontana e ai più fidati collaboratori del Cav, c’era proprio la Fascina. La sua presenza, scrisse mesi fa Il Fatto Quotidiano, venne così motivata da Berlusconi agli altri commensali: “Marta è qui come premio per la sua attività pubblicistica”. Eppure fin da allora si ipotizzò che l’obiettivo della nuova prediletta dell’ex premier potesse essere in realtà quello di sostituire in ogni senso Francesca Pascale. Nell’articolo pubblicato da Il Fatto Quotidiano nel luglio 2018, Fabrizio D’Esposito azzardò: “Ma qual è l’obiettivo della fortunata deputata? Forse prendere il posto di Francesca Pascale, sua corregionale, al fianco dell’ex Cavaliere dal 2012 […] Ci riuscirà?”. Oltre un anno dopo questo articolo, l’endorsement alle sardine della Pascale viene letto come una risposta alla scalata della Fascina. Pioveranno smentite?



© RIPRODUZIONE RISERVATA