Martina Marinucci, ex moglie Max Pezzali/ Lui: “grazie per le emozioni e Hilo”

- Emanuele Ambrosio

Martina Marinucci è la ex moglie di Max Pezzali: 8 anni d’amore e il matrimonio suggellato dalla nascita di un figlio di nome Hilo

Max Pezzali 883
Max Pezzali (Facebook)

Martina Marinucci è la ex moglie di Max Pezzali, la voce storica degli 883. Un amore importante quello nato tra l’artista di Pavia e la donna che è stata la sua prima moglie. 8 anni d’amore che ha visto la coppia pronta anche al grande passo del matrimonio. Un amore suggellato anche dalla nascita di un bellissimo figlio di nome Hilo nato nel 2008. Qualcosa però improvvisamente si è rotto così Max Pezzali e Martina Marinucci dopo otto anni di matrimonio hanno deciso di dirsi addio.

La notizia è arrivata nel 2013 con il cantante che ha annunciato la separazione dalla moglie tramite i social con un post davvero emozionate. “Grazie Martina per questi anni straordinari, per le emozioni, per Hilo. Grazie per avermi reso una persona migliore. Buona strada Marty” – ha scritto Max Pezzali a cui la moglie ha replicato scrivendo “grazie a te, per questi 13 anni di rock n’ roll… Ti voglio bene Max… Buona strada anche a te”.

Max Pezzali: “nel matrimonio con Martina Marinucci piccole conflittualità”

Nonostante la fine del matrimonio e della storia d’amore, Max Pezzali e Martina Marinucci sono rimasti in ottimi rapporti. La conferma arriva dai messaggi che entrambi si sono scambiati sui social nel momento in cui hanno comunicato la notizia della separazione e del divorzio. Successivamente a rilasciare qualche dichiarazione sul perchè fosse finito il matrimonio con Martina, è stata proprio la mitica voce di “Hanno ucciso l’uomo ragno” che ha rivelato: “ogni storia, e ogni momento vissuto di ogni storia, ha il suo perché, io rifarei tutto cento volte. Nel mio matrimonio abbiamo iniziato ad avere piccole conflittualità, la malattia di nostro figlio non ci ha aiutati, poi si è arrivati all’insofferenza reciproca. C’era anche un’incompatibilità ambientale perché lei abitava a Roma, dove era radicata la figlia che aveva avuto da una precedente relazione, e io non posso viverci per il mio lavoro. Ma tra noi c’è sempre stato un grande senso di collaborazione per il bambino, e lui è sereno”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA