Mascherine liturgiche e pinze eucaristiche/ Messe “cambiano” per Covid: nuovi oggetti

- Silvana Palazzo

Mascherine liturgiche e pinze eucaristiche per le Messe in Fase 2: come “cambiano” ai tempi del Covid-19. Non solo nuove regole, ma anche nuovi oggetti per fedeli e celebranti

mascherina liturgica devotio 640x300
Mascherina liturgica (Devotio)

La Fase 2 dell‘emergenza coronavirus per chiese e fedeli non è fatta solo di nuove regole per partecipare in maniera sicura alle celebrazioni. Si rinnova infatti anche l’oggettistica sacra, con nuovi articoli religiosi per le Messe in sicurezza ai tempi del Covid-19. Qualche esempio? Partiamo dalle mascherine liturgiche. I dispositivi di protezione individuale fanno ormai parte della nostra quotidianità, allora si è pensato di “personalizzarli”. Li presenta Devotio, esposizione internazionale di prodotti e servizi per il mondo religioso. Sono stati già disegnati diversi modelli: ci sono quelle semplici bianche con il monogramma “IHS” che richiama il nome di Gesù e che sono consigliate ad esempio per i bambini delle Prime Comunioni, ma pure quelle policrome che riproducono immagini sacre, come il crocifisso, la Vergine Maria e molti santi. C’è ad esempio la mascherina col rosario e una in cui è riprodotta l’immagine di Gesù Cristo. Ma non è finita qui, perché grande attenzione è stata riservata anche agli oggetti destinati all’uso da parte dei sacerdoti.

MASCHERINE LITURGICHE E PINZE EUCARISTICHE:

Ci sono pissidi, dove vengono conservate le ostie consacrate dopo la Celebrazione eucaristica, con il coperchio girevole per proteggere le ostie da un’eventuale contaminazione e le pinzette eucaristiche, per evitare il contatto con le mani. Per il distanziamento dei fedeli si possono installare pannelli trasparenti, ma si è pensato anche a pettorine colorate per i volontari. Il protocollo firmato da governo e CEI per il via libera alle Messe dal prossimo 18 maggio prevede, infatti, anche una figura che si occuperà della sicurezza, quindi controllerà il rispetto delle norme previste. Con la pettorina colorata sarà più facile per i fedeli individuarla in chiesa. Previsto anche il sacchetto per questa in tessuto e il manico lungo, per ridurre al minimo i contatti. Sono tantissimi i nuovi articoli religiosi che debutteranno dalla prossima settimana nelle chiese italiane. Ovviamente non mancherà il totem col dispenser di gel igienizzante per le mani, personalizzabile col logo della parrocchia o con una frase biblica. Si sta pensando anche a soluzioni digitali: Devotio parla di speciali app per prenotare la propria presenza a riti o celebrazioni e di apparecchiature per trasmettere in streaming le Messe.



© RIPRODUZIONE RISERVATA