MASSIMO CAPUTI/ “La Rai è come casa mia, il mio sogno è sempre stato…” (Io e te)

- Emanuele Ambrosio

Massimo Caputi ospite della nuova puntata di “Io e te” di Pierluigi Diaco: il giornalista e caporedattore parlerà ancora di sport e campionato?

Massimo Caputi

Definito dalla mamma di Pierluigi Diaco come l’uomo con “gli occhi più belli della televisione italiana“, Massimo Caputi torna in Rai per un faccia a faccia a Io e Te. “E’ una grande emozione essere qui, è come tornare a casa”, racconta Caputi che, ricordando i suoi inizi in tv, racconta: “Il mio sogno nel cassetto è sempre stato condurre La domenica sportiva e sono riuscito a realizzarlo“. Molto amato dalle donne, il giornalista non nasconde di essere stato molto amato anche dalle donne per la sua immagine: “L’aspetto fisico aiuta, ma il pubblico che segue il calcio si è notevolmente allargato e ci sono molte donne che seguono il calcio. Se devo dire la verità, negli ultimi anni, sono le donne che ci danno le maggiori soddisfazioni”, spiega il giornalista che ora si occupa delle pagine sportive de Il Messaggero. Nel corso della sua carriera, ha sempre affrotnato tutto con professionalità, ma anche ironia fino a mettersi in gioco come inviato dell’Isola dei Famosi (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

MASSIMO CAPUTI A IO E TE

Massimo Caputi torna in tv ospite della nuova puntata di “Io e te“, il programma condotto da Pierluigi Diaco su Rai1. Il noto giornalista e  caporedattore della sezione sport de Il Messaggero è pronto a raccontarsi nella puntata di giovedì 30 luglio 2020 e sicuramente si soffermerà sul ritorno in campo della Serie A. Proprio in questi giorni, infatti, il giornalista sul suo profilo Twitter ha commentato la sconfitta della Juventus che ha perso 2-1 con l’Udinese precisando però che la sconfitta non avrebbe comunque cambiato le sorti del campionato che ha visto la squadra di Maurizio Sarri vincere lo scudetto per la nona volta. “La Juventus non sa gestire il vantaggio e subisce la clamorosa rimontadell’Udinese nel 2° tempo. La festa scudetto è solo rimandata, ma i limiti e difetti della squadra sono evidenti come le responsabilità di Sarri” ha scritto il giornalista – “perché non le ha dato continuità e identità. La squadra è male assortita frutto di un mercato non riuscito come si voleva, tra Sarri e i giocatori non mi sembra sia scattato il feeling giusto”. Un commento come sempre lungimirante quello del giornalista e caporedattore della sezione sport de Il Messaggero.

Massimo Caputi: “Milik mi piace, è un giocatore forte”

Massimo Caputi dopo la vittoria del nono scudetto della Juventus, vincitrice del campionato di Serie A 2019-2020, intervistato dai microfoni di Juventusnews24 (data 8 luglio 2020) ha parlato anche di calcio mercato ipotizzando un possibile arrivo di Milik nella squadra bianconera. Arkadiusz Krystian Milik, attaccante polacco al momento nella squadra del Napoli, potrebbe essere un vero e proprio colpaccio per la Juventus; un campione molto apprezzato dallo stesso giornalista sportivo che ha precisato: “Milik mi piace, è un giocatore forte. A Napoli per diversi fattori (infortuni, la stagione particolare e la presenza di giocatori come Mertens e Insigne) non è facile. Chiaro che alla Juventus troverebbe ancora più concorrenza, ma i bianconeri hanno un tipo di gioco – o dovrebbero averlo – dove il centravanti ha una sua specificità e importanza. Milik per età, forza e esperienza nel calcio italiano, è un calciatore che farebbe bene alla Juve”. Non solo, Caputi si è anche soffermato sul futuro della Juve in Champions League con l’introduzione del Final Eight: “è una formula bella e insidiosa, dove non ti puoi permettere il blackout visto ieri sera. Intanto si deve battere il Lione, dico anche che questo campionato così veloce e ravvicinato è il modo migliore per prepararsi ad una competizione così particolare dove ci sono squadre forti ma che non mi sembrano avversarie irresistibili”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA