MASSIMO GALLI DIFENDE ANDREA CRISANTI/ “Vaccino Covid? Con i dati, io volontario”

- Carmine Massimo Balsamo

Massimo Galli in difesa di Andrea Crisanti sul vaccino: “Io volontario, ma prima dati”. Su emergenza Covid e Natale: “Non è il tempo dei liberi tutti e non lo sarà a lungo”

Massimo Galli
Professor Massimo Galli, direttore rianimazione Ospedale Sacco Milano (LaPresse, 2020)

Il professor Massimo Galli torna a difendere il virologo Andrea Crisanti, finito nella bufera per le sue dichiarazioni sul vaccino anti Covid. «La posizione di Crisanti, che ha tutta la mia stima, è stata travisata. Era seccato di continuare a vedere annunci sul vaccino e non dati concreti», ha dichiarato il direttore di Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano oggi nell’intervista rilasciata al Tgcom24. L’infettivologo ha quindi spiegato la presa di posizione del direttore di microbiologia dell’università di Padova, che ha scatenato accese polemiche e spinto anche il Comitato tecnico scientifico a intervenire sulla vicenda. «Per i vaccini servono dati, non proclami. Siamo tutti un po’ indispettiti dalla politica degli annunci. Continuiamo a vedere una gara a chi ha il vaccino migliore. Se questa fosse una gara nei fatti e non solo negli annunci sarebbe una bellissima cosa», ha concluso Galli. (agg. di Silvana Palazzo)

MASSIMO GALLI: “NATALE? NON BISOGNA AVERE FRETTA”

Siamo sul plateau, ma guai ad abbassare la guardia proprio adesso: questo il monito di Massimo Galli. Intervenuto ai microfoni de La Stampa, il primario di Malattie Infettive al Sacco di Milano ha parlato di un miglioramento legato anche alla riorganizzazione dell’assegnazione dei pazienti agli ospedali, ma la pressione resta pesante. Il Natale è sempre più vicino, ma no secco al liberi tutti: «Non bisogna avere fretta di allentare le misure, anche perché i dati per essere reali devono essere consolidati. So che è impopolare dirlo, ma non è il tempo dei liberi tutti e non lo sarà a lungo. Non ne veniamo fuori se invece di guardare alla realtà cominciamo la corsa alla riapertura». Per Massimo Galli non bisogna ripetere gli errori fatti in estate, dove «ci siamo giocati la camicia come Paese e alcuni anche individualmente».

MASSIMO GALLI: “IO VOLONTARIO DEL VACCINO COVID”

Con i liberi tutti a Natale c’è il rischio che la seconda ondata non finisca più, ha aggiunto Massimo Galli interpellato da La Stampa, che si è poi soffermato sul vaccino Covid. Dopo aver commentato le parole di Andrea Crisanti«Se dobbiamo dare un’opinione da medici non sappiamo su che base farlo. Peccato se poi da una reazione di questo tipo viene definito no vax. Semplicemente dobbiamo saperne di più» – il professore ha evidenziato: «Se come spero il vaccino AstraZeneca arriverà al Sacco vorrei fare da volontario. Sono assolutamente favorevole, ma prima i dati». E per Massimo Galli è possibile uscire dall’emergenza: «Se nulla andrà storto nella verifica e nella distribuzione dei vaccini potremmo farcela entro l’anno prossimo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA