Massimo Giletti ‘mostra il fisico’ per Non è L’Arena/ Nel cast Selvaggia Lucarelli

- Emanuele Ambrosio

Massimo Giletti in gran forma prima della partenza di “Non è L’Arena” su La7 rivela grandi novità come l’arrivo di Selvaggia Lucarelli

non_e_larena_massimo_giletti_2018
Massimo Giletti conduce Non è l'Arena

Massimo Giletti come non l’avete mai visto prima sul settimanale Oggi. Il conduttore mostra un fisico da urlo poco prima di tornare in video alla guida della nuova edizione di Non e L’Arena, il talk show di attualità ed informazione condotto con grandissimo successo su La7. Un ritorno col botto, verrebbe da dire, guardando il promo del programma che mostra un Giletti del tutto inedito. “Mi danno del populista? Ne vado orgoglioso!” ha detto il conduttore e giornalista che per lanciare la nuova stagione di “Non è l’Arena” mostra il fisico in uno spot girato in piscina. Ma non finisce qui, la nuova edizione di Non è L’Arena ha in serbo una grandissima sorpresa per i telespettatori: si tratta dell’arrivo nel cast di Selvaggia Lucarelli.

Massimo Giletti rivela: “Selvaggia Lucarelli a Non è L’Arena”

Dopo un lungo “corteggiamento” alla fine Massimo Giletti è riuscito a garantirsi la presenza di Selvaggia Lucarelli che, ogni domenica, sarà a Non e L’Arena per commentare i fatti più importanti della settimana. Una presenza che sicuramente gioverà alla trasmissione in termine di ascolti e anche di riscontro sui social considerando quanto la Lucarelli divida il pubblico. A rivelare l’ingresso della Lucarelli nel programma di Giletti è stato il giornalista Alberto Dandolo sul settimanale Oggi. Massimo Giletti quindi resta anche quest’anno a La 7, nonostante le varie offerte arrivate dalla Rai. “Ho valutato molto le offerte della Rai, ma ho percepito una situazione precaria, non c’erano certezze e ancora meno ce ne saranno alla luce dell’autunno che sta per arrivare, sono stato buon profeta” ha rivelato durante una lunga intervista al settimanale “Chi”.

Massimo Giletti: “ecco perché sono rimasto a La7”

Non solo, Massimo Giletti ha anche delineato quella che è la situazione attuale dell’azienda di Viale Mazzini: “Esistono tante Rai, c’è quella che ha paura di cambiare che è ancora viva, ma per fortuna ci sono uomini e donne che vogliono imprimere una nuova marcia, spero lo possano fare”.  Alla fine il conduttore di Non è l’Arena ha preferito restare a “casa” per un semplice motivo come ha sottolineato dalle pagine del settimanale Chi: “sono rimasto a La7 perché con Urbano Cairo si è stabilito un rapporto molto profondo che va al di là dei successi effimeri della tv”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA