MASSIMO LOPEZ/ “Ecco chi mi ha spinto a scrivere il mio libro” (Domenica In)

- Morgan K. Barraco

Massimo Lopez sarà ospite oggi pomeriggio a Domenica In: ecco cosa l’ha spinto a scrivere il suo libro “Stai attento alle nuvole. La mia vita in viaggio”

Tullio Solenghi e Massimo Lopez
Tullio Solenghi e Massimo Lopez

Massimo Lopez esordisce a Domenica In: “Io e Mara Venier ci conosciamo bene. Lei sa molto di me anche nell’intimità”. Tra i due c’è un grandissimo rapporto, creato nel corso degli anni di tante avventure vissute insieme in televisione. Ospite per raccontare il suo primo libro “Stai attento alle nuvole. La mia vita in viaggio” ha specificato alcuni momenti importanti della sua vita e del rapporto intenso con sua madre. Ha spiegato: “Il giorno dopo la morte di mia madre ho fatto uno spettacolo, per esorcizzare il dolore. Poi però hai bisogno di stare con te stesso e di capire, ma il tempo arriva. Ci sono varie fasi nella vita e ci sono momenti per riflettere. Nulla deve essere forzato con le cose che arrivano da sole. La scrittura del libro è avvenuta così, avrei voluto fare tutto molto tempo fa. Ne ho parlato con le persone intime e questi mi hanno spinto ad aprirmi un po’ di più”. (agg. di Matteo Fantozzi)

UN OMAGGIO ALLA SUA FAMIGLIA

Massimo Lopez ha deciso di darsi alla scrittura e ha pubblicato di recente il suo primo libro, “Stai attento alle nuvole. La mia vita in viaggio”. Un’autobiografia pubblicata con la Solferino edizioni e in cui il noto comico si racconta a tutto tondo, forte di quella vena artistica ereditata dalla madre. Il testo inizia da quel trasloco che ha permesso a Lopez di trovare un vecchio baule, dentro cui erano nascoste lettere d’amore, foto, un diario. Una pagina di vita che Massimo Lopez racconterà nella puntata di Domenica In di oggi, 27 settembre 2020, e di cui ha già avuto modo di rivelare alcuni dettagli. “Il trasloco risale a quando mia madre Gigliola è venuta a mancare”, ha detto a Il Corriere della Sera, “il ritrovamento del baule, un segno del destino: attraverso i suoi contenuti, ho potuto conoscere maggiormente lei, mio padre Aldo, i miei nonni… Il libro è un omaggio alla mia famiglia e in particolare a mamma, ancora più viva ora che non c’è più”. Di traslochi Lopez ne ha affrontati tanti e per questo oggi si definisce un girovago.

Il padre era bancario e la famiglia lo seguiva in tutti gli spostamenti. “Quando abitavamo a Roma, andavo a giocare in un campo di calcio su cui si affacciava la casa di Walter Chiari”, ha raccontato, “per me un mito. Un giorno lo becco sul portone, gli attacco un bottone che non finiva più. Lui mi prende in simpatia e mi invita a pranzo. Da quel giorno, andai a trovarlo spesso. Dalla parte opposta, abitava Corrado Mantoni e conobbi anche lui. Walter e Corrado furono le molle per intraprendere la mia strada”. Come sanno i meglio informati, la svolta per Massimo è arrivata tempo dopo, grazie all’incontro fortunato con gli amici Tullio Solenghi e Anna Marchesini. Un sodalizio artistico e privato che ha permesso al Trio di ottenere un grande successo. Non solo a teatro, ma anche in tv. Basti ricordare i Promessi Sposi e tutti gli spettacoli teatrali trasmessi dalla Rai in prima serata.

MASSIMO LOPEZ “HA RICOSTRUITO IL PERCORSO DELLA SUA VITA”

Massimo Lopez ha sempre cercato le sue radici e finalmente ci è riuscito grazie ad un baule pieno di ricordi, pieno di testimonianze sulla sua famiglia. Nasce così Stai attento alle nuvole – Un viaggio di vita e di famiglia, il libro che il comico ha scritto a quattro mani con Sante Roperto. “Ha ricostruito il percorso della sua vita dall’età dell’infanzia fino ad oggi”, scrive l’autore e giornalista Alfonso Tramontano Guerritore, in occasione del lancio del romanzo, “Già dopo le prime pagine, sembra di immergersi in un’atmosfera onirica dove i luoghi ed i personaggi descritti si colorano di luce vera”. Un viaggio emotivo e commovente, che culmina poi con le sensazioni che il lettore si ritrova a vivere grazie al finale. “Chi lo conosce bene conosce anche la sua nobità d’animo”, si legge ancora nel post, “la sua sensibilità, ed il legame con i ricordi del passato e della famiglia. Il romanzo, a mio avviso, rasenta la poesia ed emoziona il lettore. Senza dubbio uno dei più bei libri che abbia mai letto”. Anche i fan sono corsi in libreria per acquistare una copia del libro di Massimo Lopez. Un modo per conoscere la persona che c’è dietro i tanti personaggi nati dalla sua creatività e portati in scena con sapienza. E che ancora oggi scatenano risate senza fine, mettono in luce la sua abilità nelle imitazioni e nella recitazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA