Massimo Ranieri/ “Sono pronto per un Sanremo tutto mio” (C’è posta per te)

- Emanuele Ambrosio

Massimo Ranieri ospite a C’è posta per te di Maria De Filippi dopo il duetto con Tiziano Ferro a Sanremo 2020: “sono onorato”

Massimo_Ranieri_Facebook_2017
Massimo Ranieri (Facebook)

Massimo Ranieri ospite della sesta puntata di C’è posta per te, il people show di successo condotto da Maria De Filippi il sabato sera su Canale 5. Si tratta di un ritorno in tv per il cantante, che recentemente abbiamo visto in qualità di ospite al Festival di Sanremo 2020 dove ha emozionato tutti duettando sulle note di “Perdere l’amore” con Tiziano Ferro. Nel programma di Maria De Filippi, Ranieri sarà la “sorpresa” di una storia che si preannuncia sicuramente degna di nota. Un periodo davvero magico per l’istrione della musica italiana che sta preparando un nuovo album di inediti e che ha anche recitato in un piccolo cameo nel film “Odio l’estate” di Aldo, Giovanni e Giacomo. Tra i suoi progetti futuri c’è la pubblicazione di un nuovo album come ha raccontato a Il Mattino: “un lavoro in cui credo molto, frutto di anni di collaborazione a distanza con Gino Vannelli, che ha anche curato gli arrangiamenti: c’è la sua “We are brothers” che canteremo insieme trasformandola in “Siamo uguali” e qualche mio pezzo del passato che non ha avuto la giusta ribalta perché l’ho trascurato negli anni in cui ho detto addio alla canzone per dedicarmi al teatro”.

Massimo Ranieri: “Aznavour mi ha regalato un suo brano”

Il cantautore napoletano è pronto al grande ritorno alla musica con un nuovo album di inediti. Proprio dal palcoscenico del Teatro Ariston di Sanremo, Massimo Ranieri ha fatto una bellissima sorpresa al suo pubblico presentando in anteprima assoluta il singolo “Mia Ragione”, contenuto nel prossimo album di inediti. Un disco che si preannuncia importante considerando quanto detto dal cantante che, durante un’intervista rilasciata al Mattino, ha anche rivelato alcuni dei titoli del disco: “Via del conservatorio”, “Quando l’amore diventa poesia” che portai nel 1969 a Sanremo, “Per una donna”, “Sogno d’amore’, “Le braccia dell’amore””. Non solo, Ranieri ha anche anticipato di avere tra le mani una vera e propria chicca: si tratta di un brano scritto da Aznavour: “mi regalò “Je ne veu sais que toi” pochi anni prima di morire. Mi disse: “Fanne ciò che vuoi”. È un testo molto particolare, adattato in italiano da Gianni Togni”.

Massimo Ranieri e Tiziano Ferro a Sanremo 2020

Impossibile non ricordare il bellissimo duetto che Massimo Ranieri ha realizzato con Tiziano Ferro sulle note di “Perdere l’amore” al Festival di Sanremo 2020. Un momento emozionante che è stato accolto dalla platea dell’Ariston con una meritatissima standing ovation. Ranieri a Il Mattino ha raccontato come sono andate le cose: “Tiziano mi ha cercato con Amadeus, raccontandomi di essere rimasto fulminato quando nel 1988, davanti alla tv insieme al papà, mi vide a Sanremo intonare “Perdere l’amore”. Sono onorato di poterla dividere con un artista della sua caratura, la canzone lo merita, sarà anche un modo di rendere omaggio a uno dei suoi autori, Giampiero Artegiani, scomparso un anno fa”. Parlando di Sanremo spunta ancora una volta il nome del cantante associato al duplice ruolo di conduttore e direttore artistico, un impegno importante di cui Ranieri ha parlato così: “è una roba dantesca per la grande responsabilità che comporta. Dovrei prendermi sei mesi di vacanza da concerti, teatro e film, ma sarei un ipocrita a non dire che… sono pronto per un Sanremo tutto mio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA