MASTERCHEF ITALIA 2020 SEMIFINALE/ I finalisti: Nicolò fuori “Mi dispiace perché…”

- Stella Dibenedetto

Masterchef Italia 2020, i finalisti sono Maria Teresa, Antonio, Davide e Marisa. Nicolò invece viene eliminato e il web s’infuria.

masterchef italia 2019 min
La giuria di Masterchef Italia 9 - Foto Facebook

“E’ finita così, non riesco nemmeno a trovare le parole.” Inizia cosaì il lungo post di Nicolò, l’eliminato dell’ultima puntata di Masterchef Italia 2020. Un addio che ha toccato anche il pubblico a casa, che non si aspettava questa uscita di scena ad un passo dalla finale. “Mi dispiace molto non poter presentare il mio Menù per la finale, sarebbe stato fantastico. – fa ancora sapere su Instagram – Però a volte si cade all’ultimo metro di corsa, a un passo dal traguardo e rimane il rimpianto di non essere riuscito a dare di più.” Così, con uno sguardo al passato: “Guardandomi indietro, però, vedo un percorso che è stato molto più duro al livello mentale che non di cucina. Sono felice di aver tirato fuori la grinta per arrivare fin qui. Sono rammaricato perchè ne avevo ancora per poter fare anche l’ultimo gradino.” Non mancano i ringraziamenti per tutti coloro che hanno reso speciale questa avventura: “siamo stati un gruppo affiatato e intelligente che ha saputo, sempre o quasi sempre, mettere le persone davanti agli obiettivi, creando legami sinceri e durevoli che rimarranno stampati nel cuore molto più di una gara di cucina.” (Aggiornamento di Anna Montesano)

MASTERCHEF ITALIA 2020, NICOLO’ ELIMINATO

Web furioso con i giudici di Masterchef Italia 2020 per la scelta dei quattro finalisti che giovedì 5 marzo si contenderanno la finale. Ad avere superato l’ostacolo della semifinale sono stati Antonio, Maria Teresa, Marisa e Davide mentre Nicolò è stato eliminato e ha dovuto abbandonare la cucina più famosa d’Italia. Una scelta che ha scatenato la rabbia degli utenti dei social che non gradiscono, tra i finalisti, la presenza di Marisa e Maria Teresa. “In alcuni casi i giudici si son permessi di giudicare il comportamento degli aspiranti chef, stavolta sarebbe stato il caso di sanzionare pesantemente la cafonaggine di Maria Teresa e della “aspirante cafona” Marisa!! Antonio, Davide e Nicolò, oltre ad essere bravi sono i più umili di tutta la Masterclass!”, scrive un utente. E ancora: “spero in una finale tutta al maschile!”, “Non mi aspettavo un voltafaccia così da parte di Marisa, per cui forza Antonio e forza Davide”, “Delusa Nicolò non doveva uscire. Felicissima per Antonio e Davide. Quelle due sono 2 serpenti velenosi”. Cliccate qui per leggere tutto (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

MASTERCHEF ITALIA 2020, DIRETTA SEMIFINALE

Per Maria, Maria Teresa, Antonio e Nicolò arriva il momento del pressure test, che si tiene ovviamente nella cucina di Masterchef, con Davide in balconata. I concorrenti si trovano davanti a 4 cloche numerate. Sotto ognuna c’è un solo ingrediente, che andrà preparato con 4 diverse consistenze in un unico piatto. A turno quindi dovranno estrarre un numero e scoprire cosa li aspetta. Marisa trova il pomodoro, Maria Teresa la mozzarella, Nicolò l’uovo e Antonio il mango. Inizia la prova, che dura un’ora. Iniziano gli assaggi, nei quali i giudici non si sbottonano molto. Alla fine in balconata salgono Antonio, Marisa e Maria Teresa. Nicolò viene quindi eliminato a un passo dalla finale. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

DAVIDE PRIMO FINALISTA

Inizia il servizio con gli antipasti di Davide, che riceve i complimenti di Alléno per come ha lavorato. Tocca quindi al piatto di Nicolò, che commette un errore: un corpo estraneo finisce in un piatto. Arriva poi il piatto di Marisa, che sembra aver lavorato bene e con precisione. Il piccione di Maria Teresa riceve i complimenti di Alléno, che nel frattempo mangia tutte le nocciole preparate da Antonio trovandole squisite: il concorrente ovviamente si sente più che onorato. Finito il servizio, allo chef tocca il compito di decidere quale concorrente sia stato il migliore, tanto da meritare l’accesso diretto alla finale. La scelta ricade su Davide. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

PROVA ESTERNA A PARIGI

La prova esterna della semifinale di Masterchef Italia 2020 si svolge a Parigi. I concorrenti dovranno lavorare nella cucina di un ristorante tre stelle Michelin, il Pavillon Ledoyen di Yannick Alléno. Marisa, avendo vinto l’Invention Test, deve assegnare le diverse portate da preparare. Ovviamente hanno gradi di difficoltà differenti. Marisa sceglie per sé la triglia e assegna poi l’antipasto a Davide, la zuppa improbabile a Nicolò, il piccione a Maria Teresa e il dolce, il piatto più difficile da cucinare, ad Antonio. Davide dovrà in un’ora realizzare l’antipasto, gli altri piatti seguiranno con un ritmo di 15 minuti. Oltre alla difficoltà della preparazione, i concorrenti devono fare i conti con la richiesta di estrema pulizia del loro banco di lavoro. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

MARIA VINCE L’INVENTION TEST

Per l’Invention test i concorrenti hanno 45 minuti di tempo per cucinare al passo dei due chef. Non è facile tenere il ritmo di Barbieri e anche tra chi segue Cannavacciuolo c’è il timore di perdere qualche passaggio fondamentale della preparazione. Anche perché lo chef partenopeo parla molto meno del suo collega. Finito il tempo iniziano gli assaggi, cominciando da Nicolò, che ha però sbagliato la salatura. Maria Teresa commettere un errore sulla posizione della salsa. Davide sembra aver centrato la ricetta. Antonio ha avuto un problema con la liquidità della salsa. Marisa riceve i complimenti di Cannavacciuolo. Alla fine i giudici decidono che alla prova esterna accederanno tutti, ma Marisa è quella che ha cucinato meglio. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

BARBIERI E CANNAVACCIUOLO AI FORNELLI

I concorrenti hanno solamente 45 minuti per cucinare. Antonio e Marisa hanno non pochi problemi, visto che il primo deve realizzare una paella e la seconda uno spezzatino. Vicino a loro hanno comunque i loro “fan” che gli hanno portato la ricetta originaria e che quindi possono dargli qualche consiglio. Marisa, per risparmiare tempo, ha deciso di cambiare lo spezzatino con un filetto. I giudici assaggiano tutti i piatti. Davide ha forse esagerato con il sale, distratto dall’avere vicino la moglie di cui è follemente innamorato. Antonio è riuscito a realizzare una buona paella, nonostante il poco tempo a disposizione. Alla fine il migliore della prova viene giudicato quello di Nicolò, che ha quindi un vantaggio nell’Invention test, che tra due piatti, uno di Bruno Barbieri e Antonino Cannavacciuolo, potrà assegnare ai concorrenti quelli da far replicare. I due giudici, tra l’altro, cucineranno passo passo insieme ai concorrenti. Nicolò scegliere per sé, Maria Teresa e Davide il germano con l’astice di Barbieri, mentre le linguine con calamaretti e salsa al pane di segale spettano a Marisa e Antonio. Nicolò ha anche il vantaggio di poter avere dei consigli direttamente da Barbieri. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

MISTERY BOX CON OSPITE

Su Sky Uno è iniziata l’undicesima puntata di Masterchef Italia 2020 in cui Antonio, Davide, Maria Teresa, Marisa e Nicolò si giocano la possibilità di accedere alla finalissima del programma. Ad attenderli c’è subito una Mistery Box particolare. Infatti al suo interno non c’è nulla. I giudici spiegano che i concorrenti dovranno cucinare ciascuno un piatto diverso, presentato da un ospite d’eccezione. Marisa, per esempio, dovrà replicare un piatto della madre, ovviamente aggiungendo qualcosa di suo, che ha imparato durante il percorso a Masterchef. Davide, invece, si ritrova di fronte la moglie. Antonio, invece, il suo compagno. Per Nicolò è presente suo fratello. Infine, Maria Teresa riabbraccia la madre. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

IL SALUTO DA PARIGI

I giudici di Masterchef Italia 2020 sono pronti per la semifinale e lo dimostra il profilo di Bruno Barbieri. Il noto chef emiliano ha deciso di pubblicare una foto che lo ritrae insieme ai compagni d’avventura Giorgio Locatelli e Antonino Cannavacciuolo direttamente da Parigi dove si svolgerà la parte più interessante della puntata di stasera in onda su Sky Uno in prima tv assoluta. A commento possiamo leggere: “I saluti ve li mandiamo da Parigi, stasera ci vediamo su Sky Uno che c’è la banda di Masterchef Italia“, clicca qui per la foto e per i commenti dei follower. Sale l’adrenalina dei fan intanto sui social con grandissima voglia di scoprire chi sarà il vincitore della stagione in grado di avere delle possibilità professionali importanti proprio a contatto con questi maestri della cucina internazionale. Le anticipazioni terminano qui, appuntamento a stasera su Sky Uno. (agg. di Matteo Fantozzi)

Mistero su Cannavacciuolo

C’è grande curiosità su Antonino Cannavacciuolo, il giudice di Masterchef Italia 2020 infatti è sparito dai social network. Il suo ultimo post esalta il tonno vitellato, grande reinterpretazione di un classico della cucina piemontese, e risale a oltre due settimane fa. Non sappiamo al momento il perché di questa lunga assenza anche se probabilmente i motivi sono legati ai suoi tanti impegni di lavoro. Nonostante questo più di un fan si è preoccupato facendoglielo notare nei commenti, visto che di solito il re di Villa Crespi è molto attivo sui suoi social network. Stasera non sapremmo ovviamente niente di tutto ciò, perché anche se il talent cook show va in onda in prima tv va ricordato che il tutto è assolutamente registrato e da tempo. Continueremo a monitorare il profilo Instagram di Cannavacciuolo per scoprire qualcosa in più sulla sua vita privata. (agg. di Matteo Fantozzi)

Locatelli nel deserto

In attesa della semifinale di Masterchef Italia 2020 è interessante andare a spulciare nei profili social dei giudici. Lo chef Giorgio Locatelli ha voluto raccontare la sua esperienza al Dubai Food Fest pubblicando una splendida foto che lo vede alle prese con un imponente volatile. A commento scrive: “What a great evening in the desert thank you”, “Ma che splendida serata nel deserto, grazie“, clicca qui per la foto e per i commenti dei fan. Il giudice regala il classico commento in inglese anche perché, per i pochi che non lo sapessero, ormai da anni lavora con grandi risultati a Londra. Sotto nei commenti possiamo vedere come il pubblico lo apprezzi sempre di più, a dimostrazione che l’avventura di Masterchef, giunta al secondo anno, ha dato all’uomo la possibilità di farsi conoscere anche tra i non addetti ai lavori. (agg. di Matteo Fantozzi)

Ospite Yannick Alléno

Giovedì 27 febbraio, alle alle 21.15 su Sky e Now Tv, va in onda la semifinale di Masterchef Italia 2020. A contendersi la finalissima che andrà in onda giovedì 5 marzo durante la quale sarà assegnato il titolo di vincitore della nona edizione di Masterchef Italia che porterà a casa 100.000 euro in gettoni d’oro e la possibilità di pubblicare il proprio libro di ricette, saranno Antonio, Davide, Maria Teresa, Marisa e Nicolò. Il sogno dei semifinalisti è riuscire ad arrivare alla dodicesima ed ultima puntata di Masterchef, ma riuscirci non sarà affatto facile. Anche in semifinale, i giudici dei piatti degli aspiranti chef saranno Antonino Cannavacciuolo, Bruno Barbieri e Giorgio Locatelli. I tre giudici conoscono il talento culinario e le qualità caratteriali di ogni concorrente, ma premieranno solo coloro che non commetteranno errori. Per diventare un finalista di Mastercjef Italia 2020, infatti, occorre essere assolutamente perfetto.

Le prove di Masterchef Italia 2020

La semifinale di Masterchef Italia 2020 comincerà con la Mistery Box che metterà a dura prova il cuore dei cinque semifinalisti. Antonio, Davide, Maria Teresa, Marisa e Nicolò, infatti, riceveranno degli ospiti molto speciali che porteranno loro il “piatto del ricordo”, una pietanza alla quale sono particolarmente legati. Ogni aspirante chef dovrà proporre una versione diversa e speciale del “piatto del ricordo” che sia adatto all’alta cucina di Masterchef Italia. La reinterpretazione dovrà essere perfetta per conquistare il vantaggio nel successivo Invention Test che sarà particolarmente complicato. I cinque cuochi amatoriali migliori d’Italia saranno alle prese con Bruno Barbieri e Antonino Cannavacciuolo che si metteranno ai fornelli proponendo due loro creazioni che saranno fondamentali per l’esito finale della gara.

Prova nella cucina dello chef pluristellato Yannick Alléno

Per diventare dei veri chef è fondamentale dimostrare di poter lavorare nella cucina di un grande ristorante stellato. Antonio, Davide, Maria Teresa, Marisa e Nicolò si metteranno così alla prova con le creazioni di Yannick Alléno, chef e patron del pluristellato ristorante Pavillon Ledoyen di Parigi. Per i cinque semifinalisti sarà difficilissimo lavorare nella cucina stellata di un grande ristorante dove è necessario soddisfare non solo l’esigente palato dei clienti, ma anche preparare piatti assolutamente perfetti dal punto di vista estetico. Come sempre, poi, la puntata si chiuderà con il Pressure Test che, questa settimana, sarà particolarmente difficile.

Un saluto da Parigi



© RIPRODUZIONE RISERVATA