Matteo Bocelli/ Tim Summer Hits in attesa dell’album: “Arriverà. E poi…”

- Jacopo D'Antuono

Matteo Bocelli tra presente e futuro, stasera Tim Summer Hits e in primavera il nuovo album: “Su di me un’attenzione e un’aspettativa molto alta…”

Il giovane cantante Matteo Bocelli
Il giovane cantante Matteo Bocelli

Matteo Bocelli, Tim Summer Hits: “Aspettative alte su di me”

Matteo Bocelli non vede l’ora di salire sul palco del Tim Summer Hits per godersi l’abbraccio del pubblico e dei fan. Il figlio di Andrea Bocelli è uno degli ospiti più attesi di questa puntata e anche lui scalpita per dimostrare, ancora una volta, di non “essere solo figlio di…”. “Sicuramente il cognome mi ha portato lati positivi e negativi. Positivi perché il lancio con “Fall on me” è stato molto forte. Da qui sono arrivate tante opportunità”.

“Al tempo stesso il cognome pesa perché c’è un’aspettativa in più e quindi anche per me non c’è stata la possibilità di sperimentare a fondo”, ha raccontato poche settimane fa in una intervista rilasciata a TG Com a proposito del suo percorso e del suo cognome importante. Matteo Bocelli, con estrema sincerità, ha detto di sentire una una pressione pesante su di sé perché “ho avuto su di me un’attenzione e un’aspettativa molto alta. Ma comunque mi ritengo molto fortunato”.

Matteo Bocelli, entro la prossima primavera il nuovo album

Per Matteo Bocelli si profila dunque una grande serata al Tim Summer Hits, dove si esibirà coi suoi brani di maggiore successo. I fan, intanto, attendono il suo primo album. Che salvo sorprese uscirà entro la primavera del 2023, come preannunciato dal ragazzo nei giorni scorsi. “Arriverà”, ha rassicurato sempre nell’intervista a TG COM.

“Doveva uscire entro fine anno ma penso verrà posticipato a primavera 2023. “Tempo” è l’ultimo singolo, scritto nell’estate del 2019. Da tanto lo volevo pubblicare, sono contentissimo ch ora sia disponibile. E’ un brano che mi trasmette allegria, gioia e felicità. Dato che è stato scritto prima del Covid, riporta agli ascoltatori il ricordo di quelle giornate d’estate spensierate prima che ci colpisse la pandemia”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA