Matteo Renzi/ Crisi Governo: “Se Conte farà votare in Aula, Italia Viva si asterrà”

- Carmine Massimo Balsamo

Crisi di Governo, il leader di Italia Viva Matteo Renzi a Titolo Quinto: “Noi abbiamo aperto una discussione sui contenuti, non la chiuderemo sulle poltrone”

matteo renzi
(Titolo Quinto)

Sono giorni decisivi per la crisi di Governo, Matteo Renzi non fa passi indietro. Il leader di Italia Viva ieri sera è stato ospite di Titolo Quinto ed ha ribadito la posizione del suo partito dopo il ritiro delle ministre Bellanova e Bonetti: «Noi abbiamo sempre detto di essere sempre pronti a discutere senza veti e senza impiccarsi a nessun nome, perché secondo me la situazione del Paese è gravissima».

Matteo Renzi ha già messo sul tavolo diverse proposte, mai accolte dalla maggioranza giallorossa, ed ha rimarcato che il suo partito non è alla ricerca di poltrone, ma di contenuti: «Bisogna avere il coraggio di cambiare quello che non funziona: cambiamo su scuola, sanità e infrastrutture. Queste sono le nostre proposte. Noi non abbiamo mai voluto il ministero x, ma abbiamo detto di parlare di contenuti. Quello che è certo è che noi abbiamo aperto una discussione sui contenuti, non la chiuderemo sulle poltrone: non ci compreranno con due poltrone».

MATTEO RENZI: “PRODI? MI HA FATTO SORRIDERE”

Matteo Renzi negli ultimi giorni è finito nel mirino di molti esponenti di spicco del Centrosinistra, a partire da Romano Prodi, che lo ha paragonato a Fausto Bertinotti: «Mi ha fatto sorridere. Nel 1998 Prodi è andato a casa sulla base di un’intuizione di Massimo D’Alema, mentre nel 2008 sulla base di un’intuizione di Clemente Mastella. Se ci sono due grandi sponsor di Conte sono D’Alema e Mastella».

Infine, il leader di Italia Viva ha “pronosticato” cosa accadrà lunedì, giorno dei conti: «Lunedì e martedì staremo nell’arena politica, vedremo cosa farà Conte, se arriverà al voto. Se oggi dovessi scommettere su un nostro posizionamento, ovviamente non possiamo votare la fiducia dopo quello che è successo. Se cercherà di aprire alla senatrice Lonardo, a pezzi di FI e al mondo che sta cercando di portare con sé al posto nostro, ci asterremo».



© RIPRODUZIONE RISERVATA