Matteo Renzi vs Francesca Fagnani/ “Mi piaccio? Queste domande le lasci alla Gruber”

- Davide Giancristofaro Alberti

Matteo Renzi è stato protagonista della chiacchierata con Francesca Fagnani, conduttrice di Belve: un’intervista molto “calda” in cui l’ex Premier ha minacciato di andarsene

renzi belve 2021 640x300
Matteo Renzi a Belve

Intervista “calda” quella di Matteo Renzi, ex presidente del consiglio e attuale leader di Italia Viva, durante il programma di casa Rai, Belve. Nella chiacchierata fra l’ex sindaco di Firenze, che negli scorsi mesi ha fatto “saltare” il governo, e la conduttrice Francesca Fagnani, si sono toccati vari temi, fra cui quello di Lilli Gruber, nota giornalista di La7 e conduttrice di Otto e Mezzo. La Fagnani chiede a Renzi e se si piace esteticamente, e lui replica: “Se mi piaccio? Sono consapevole di non essere bello – ha detto il leader di Italia Viva – sono consapevole di essere grasso, ma sono talmente in pace con me stesso…”.

Per poi aggiungere, lanciando una frecciatina alla Gruber di cui sopra: “Queste domande le faccia fare alla Gruber con Conte. Ad un certo punto la Gruber ha chiesto persino: ‘ma Conte secondo voi è sexy?’. Questa discussione non ha senso. Sono sposato, ho una moglie, comunque se vuole una risposta è no”. Un confronto duro quello di Renzi con la conduttrice di Belve, durato più di 45 minuti, al punto che lo stesso ex premier, che ad un certo punto ha iniziato a guardare l’orologio, ha minacciato di andarsene.

MATTEO RENZI: “IL GIUBBOTTO AD AMICI? VI SPIEGO…”

Alla fine il numero uno di Italia Viva è comunque rimasto al suo posto ed ha continuato a parlare con la padrona di casa, tornando anche sulla questione di Maria De Filippi e la sua famosa presenza durante una puntata del serale di Amici (era l’aprile del 2013), con tanto di giubbotto di pelle in stile Fonzie: “Quel giubbotto di pelle lo scelsi da solo”, ha confidato. “Non ho uno che mi segue l’abito, era un giubbottino di Versace, bellino. Ora lo usa mia figlia”.

Si è parlato ovviamente anche di politica e fra i tanti passaggi ce ne è uno significativo: “Dopo la sconfitta al referendum costituzionale dovevo andarmene – ha confidato Matteo Renzi – dal punto di vista personale ho fatto malissimo a rimanere in politica, avevo già la valigia pronta per gli Stati Uniti”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA