Maurizio Costanzo/ “Polemiche su distanziamento al MCS? Assurde, pago test a tutti”

- Mirko Bompiani

Non sono mancate le critiche per lo scarso distanziamento tra il pubblico presente al Maurizio Costanzo Show: la replica del conduttore.

maurizio costanzo
Maurizio Costanzo a "Io e te"

Non sono state poche le polemiche sui social network per lo scarso distanziamento tra il pubblico presente al Maurizio Costanzo Show. I posti del teatro che ospita il celebre talk erano tutti occupati e divisi dal plexiglass, esattamente come accaduto tra le personalità protagoniste del talk in onda ogni martedì – in seconda serata – su Canale 5. «Volete sapere come funziona? E’ facile: il pubblico della mia trasmissione prima di entrare fa il test sierologico, e così tutti gli ospiti. Fra una persona e l’altra c’è un plexiglass, e anche fra un ospite e l’altro c’è un plexiglass», la precisazione di Maurizio Costanzo ai microfoni di Adnkronos che ha messo in risalto come tutti i teatri dovrebbero essere organizzati in questo modo, «invece che rompere e fare polemiche».

MAURIZIO COSTANZO: “NON C’É PERICOLO”

La puntata del Maurizio Costanzo Show andata in onda ieri, martedì 27 ottobre, è stata registrata lunedì, giorno dell’entrata in vigore del Dpcm firmato dal premier Giuseppe Conte. Le immagini hanno immediatamente fatto il giro del web e non sono mancate le accuse per il pericolo assembramenti. Ma il celebre conduttore ha smentito ogni rischio per la sicurezza dei presenti, evidenziando a Adnkronos: «Possono farlo tutti. Certo, specifico che il pubblico viene in teatro un’ora e mezzo prima, perché possa essere fatto il test su ciascuno. Quindi io pago gli infermieri, il personale, il plexiglass. Il proprietario del cinema all’angolo faccia così, così non c’è pericolo legato all’assembramento». Maurizio Costanzo tira dritto, dunque, e anche la prossima puntata probabilmente sarà registrata con questa modalità…

© RIPRODUZIONE RISERVATA