Max Gazzè/ “Franco Battiato come un padre, a lui devo molto perché…”

- Jacopo D'Antuono

Max Gazzè, la gratitudine nei confronti di Franco Battiato, il primo a credere in lui: “Per me è stato come un padre, un maestro di vita”

max gazz dal 640x300

Max Gazzè ha un ricordo davvero speciale di Franco Battiato. E’ infatti profondamente legato all’artista, scomparso lo scorso 18 maggio 2021 in seguito ad una malattia. L’ammirazione che prova per colui che ha definito più volte come un padre è totale e va di pari passo con il bene che gli ha voluto. D’altra parte Max Gazzè deve molto a Franco Battiato, in quanto è stato uno dei primi a credere fortemente nelle sue potenzialità.

E Max Gazzè non ne ha mai fatto mistero, nemmeno quando l’artista era ancora in vita. In una interessante intervista rilasciata alcuni anni fa a linkiesta, il cantante aveva espresso tutta la sua gratitudine per l’opportunità concessagli da Franco diversi anni prima: “All’inizio, mi diede una bellissima opportunità, molto formativa. Io la colsi, costruendo in seguito la mia carriera, fase dopo fase. A lui continuo a volere molto bene, per me è come un padre”.

Max Gazzè, l’omaggio a Franco Battiato dopo la sua morte: “Maestro di vita per me”

Così quando Franco Battiato è venuto a mancare, il cantante Max Gazzè è stato tra i primi ad esprimere il suo pensiero di affetto alla famiglia, condividendo con tutto il pubblico un ricordo molto personale a cui è tanto legato. Si torna quindi agli esordi, con Gazzè che attribuisce all’amico Battiato di aver dato il via alla sua carriera: “Devo molto a Battiato perché a lui sono legati i miei esordi, nel 1996 ho avuto l’onore di aprire i suoi concerti, l’ho conosciuto per la prima volta in quel tour e, da allora, ho continuato a frequentarlo. É stato un maestro anche di vita per me, sono tanti i brani che avrei voluto inserire per celebrarlo, tra tutti ho scelto Un’altra vita”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA