Max Gazzè/ “Non dobbiamo rinunciare a Sanremo 2021: sarebbe una sconfitta”

- Mirko Bompiani

Max Gazzè dice la sua sul Festival di Sanremo 2021: “Centinaia di persone potrebbero riprendere dignitosamente a fare il proprio mestiere”

max gazzè
Max Gazzè

Max Gazzè sarà tra i grandi protagonisti del Festival di Sanremo 2021 ed ai microfoni di Repubblica ha fatto il punto della situazione in vista della kermesse canora in programma ad inizio marzo. Coadiuvato dalla Trifluoperazina Monstery Band, il celebre artista presenterà “Il farmacista”, «una canzone ironica ma che ha qualcosa da dire».

Max Gazzè ha poi commentato l’assenza del pubblico al Teatro Ariston: «Non possiamo ovviamente pretendere che questo sia un Sanremo normale. È stato svilente per tutta la categoria dello spettacolo subire per tanti mesi un blocco totale, ora però con il Festival centinaia di persone potrebbero riprendere dignitosamente a fare il proprio mestiere. È stato avviato un lavoro che ora va tutelato. Rinunciare sarebbe una sconfitta ancora più grande per tutta la categoria».

MAX GAZZÉ: “SANREMO UNICO PALCOSCENICO POSSIBILE”

Max Gazzè ha rimarcato di aver avuto l’idea per la sua canzone due anni fa, ma sembra molto legata a questo periodo. Tornando all’evento Festival, il cantante ha rimarcato che Sanremo per il momento «è l’unico palcoscenico possibile» e questo comporta anche una determinata responsabilità: «C’è la consapevolezza, anche per quello che canteremo, lì tutto è amplificato. Per questo, più che altre paure, mi piacerebbe comunicare qualcosa di più speranzoso, di empatia tra essere umani». E Max Gazzè ha confermato di provare ancora grande entusiasmo: «Mi era un po’ calato dopo la grande fatica del progetto dell’Alchemaya, mi è tornato pensando di tornare a registrare un disco suonato davvero, e il disco l’ho fatto con la MMB».

© RIPRODUZIONE RISERVATA