Meeting di Rimini 2020, highlights 18 agosto/ Non solo Mario Draghi, gli incontri e gli eventi principali

- La Redazione

Highlights della prima giornata del Meeting di Rimini 2020, scopri cos’è successo: ospiti, eventi e incontri principali. Da Mario Draghi all’incontro “Là dove lo sguardo palpita”

meeting2020 1 1280 640x300
Durante la presentazione del Meeting 2020 (Foto R. Masi)

Draghi apre il Meeting Special Edition

Si è aperto oggi al Rimini il Meeting 2020 Special Edition con l’intervento di Mario Draghi, che parlato della crisi di 12 anni fa e che provocò la più grande distruzione economica mai vista in periodo di pace. Draghi ha raccontato delle altre crisi che si sono succedute in tutta Europa sino alla crisi dell’euro e la pesante minaccia della depressione e della deflazione. Saremo in grado di superare anche la crisi economica dovuta alla Pandemia? Mario Draghi apre il Meeting ufficialmente, da subito parla ed emerge che ha idee chiare sulla crisi attuale e su come riuscire a superarla guardando ad un progetto a lungo termine. Va bene se ci sono dei sussidi che posso aiutare il paese a sopravvivere, ma per ripartire”, ha aggiunto Draghi, bisogna fare di più. Finito il tempo dei sussidi resterà la mancanza di una qualificazione professionale, occorre avere il coraggio d’investire sui giovani, offrire un progetto efficace per l’istruzione e più in generale una politica che punti sulla ripresa del mercato.

Il cinema superato dalle serie Tv

Dal mondo del cinema arrivano al Meeting gli amici di Sentieri del cinema, per guidarci nel fantastico mondo dello storytelling c’è proprio lui, Beppe Musicco. In questi mesi di pandemia siamo rimasti a casa molti mesi, abbiamo imparato a cucinare e cantare sui balconi, ma è stata l’occasione per scoprire le serie Tv realizzate non solo dagli americani, ma paesi a noi sconosciuti. Un viaggio che ci porta nel mondo della nuova serialità televisiva, che punta a superare il Covid con la fantasia, con storie che cercheranno di regalarci sempre di più spensieratezza ed evasione dalla realtà.

Là dove lo sguardo palpita

Giuseppe Frangi, Presidente Associazione Giovanni Testori. Introduce Letizia Bardazzi, Presidente Associazione Italiana Centri Culturali. Per quali strade e attraverso quali forme l’arte del nostro tempo s’inoltra nei territori del sublime? Il percorso di tanti artisti del nostro tempo è segnato da un oltranzismo che fotografa il desiderio di sperimentare un oltre e di cercare di dargli una forma capace di evocarlo a se stessi e agli uomini del nostro tempo. È una strada aperta, seppur segnata dalle ferite di tanti fallimenti. L’incontro vuole essere un viaggio attraverso opere che documentano il persistere di questi grandi tentativi di artisti oggi viventi, anche in un’epoca così ripiegata su se stessa.

Il sogno di un uomo ridicolo (di Fëdor Dostoevskij – 1877)

Protagonista del racconto è un uomo che si sente inadeguato alla vita e alle relazioni con le altre persone che gli sono, con il tempo divenute, assolutamente indifferenti come, del resto, tutto ciò che lo circonda. Per questo motivo il pensiero del suicidio ha iniziato ad attirarlo, fino alla sera in cui… Un racconto fantastico nel senso più proprio all’autore. Adattamento a cura di Fausto Malcovati e Mario Sala. Con Mario Sala. Regia di Lorenzo Loris e Stefano Sgarella, direzione della Fotografia di Stefano Sgarella e Lucia Fontana. Produzione video Meeting per l’amicizia fra i Popoli, tratta dallo spettacolo di Mario Sala “Il sogno di un uomo ridicolo”, Teatro Out Off di Milano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori