Meeting di Rimini, il punto/Vittadini: i problemi vanno affrontati con il lavoro non bisogna tirarsi indietro

- La Redazione

Giorgio Vittadini commenta questo 41° Meeting di Rimini: “Mostrare che nonostante paura e fatica, il coraggio dell’uomo e il lavorare insieme in termini sussidiari riesce a vincere”

giorgio_vittadini_meeting_rimini_lapresse_2017
Giorgio Vittadini (LaPresse)

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha sottolineato come “Il Meeting, fin dalle sue origini, ha guardato l’orizzonte europeo come tratto decisivo del nostro futuro. Cogliere il cambiamento, di cui l’Unione europea è stata capace nella risposta alla pandemia e nel progettare la ripartenza – sottolinea Mattarella nel messaggio – è oggi la premessa di un rilancio dell’Italia”. Non a caso l’inaugurazione della 41a edizione del Meeting di Rimini dal titolo verrà inaugurata da Mario Draghi, già presidente della BCE. Saranno tanti gli ospiti che si confronteranno sui temi della ripresa, del dialogo tra la politica e il fare impresa in Italia, cosi come la formazione dei giovani che avranno la responsabilità di guidare il paese di domani.

Abbiamo inoltre voluto realizzare un appuntamento quotidiano, il talk “Dopo il Covid. #quellicheripartono“ condotto da Massimo Bernardini, sul contributo della sussidiarietà al bene comune. Ampio spazio ai temi sociali, economici e ambientali, per uno sviluppo che deve essere più “umano”. «I problemi vanno affrontati con il lavoro, non bisogna tirarsi indietro ma costruire il mondo del futuro», soprattutto in questo momento cosi delicato del nostro paese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori