Meloni stronca M5s/ “La politica dell’uno vale uno ha portato disastri inenarrabili”

- Carmine Massimo Balsamo

Giorgia Meloni a Anni 20 estate: “Serve un’Europa che faccia poche cose e le faccia meglio. Sul manifesto dei sovranisti…”

giorgia meloni
(Anni 20 estate)

«La politica dell’uno vale uno ha portato disastri inenarrabili nella nostra nazione, spero che gli italiani si siano resi conto che l’uno vale uno manco per niente. L’uguaglianza è un presupposto del merito. L’unico modo per dimostrare di essere i migliori è dimostrarlo con l’esempio è il sacrificio», così Giorgia Meloni ai microfoni di Anni 20 estate.

La leader di Fratelli d’Italia ha analizzato il momento politico senza filtri, tornando sul suo percorso: «Il gol politico che m’ha dato maggiore soddisfazione è FdI, che fa parte della mia vita da dieci anni. Ho raccontato le difficoltà che abbiamo attraversato, per otto anni e mezzo siamo rimasti fermi sulle stesse percentuali nonostante un lavoro enorme. Per molto tempo in troppi non ci hanno creduto, ma noi abbiamo avuto costanza, coraggio e pazienza. Se oggi guardo i risultati stimati, è un signor gol (ride, ndr)».

GIORGIA MELONI: “NO AL GREEN PASS OBBLIGATORIO”

Nel corso della lunga intervista al programma di Rai 2, Giorgia Meloni ha parlato anche della destra europea: «Le dinamiche europee sono sempre più complesse di quanto possano sembrare e di come le vedo raccontate dalla stampa italiana. C’è scarsa conoscenza dei fenomeni e della geografia reale. Il gruppo dei conservatori sta crescendo, è una famiglia politica tra le più rilevanti del contesto Ue. Cerchiamo di creare delle alleanze indipendentemente dai partiti e dai gruppo. Il manifesto che abbiamo firmato è un documento per dialogare su cosa non va nell’attuale Ue e cosa si può migliorare. Il mainstream attuale l’ha trasformata in una specie di passerella di sostenitori acritici dell’unico modello possibile, che sarebbe il modello federale». Giorgia Meloni ha poi precisato: «Serve un’Europa che faccia poche cose e le faccia meglio, non serve un’Europa che ci venga a dire se mettere gli orecchini oppure no». Giorgia Meloni ha poi commentato il dibattito sul green pass: «Il green pass obbligatorio per andare al bar è controproducente per la nostra economia, è devastante per il nostro turismo. E non si ottiene niente: con la vaccinazione puoi essere contagiato e contagiare. Con la vaccinazione cambia la pericolosità del virus, il parametro non può essere più il contagio ma l’ospedalizzazione».



© RIPRODUZIONE RISERVATA