PREVISIONI METEO BOLLETTINO ALLERTA CALDO/ Milano Roma Torino: bollino rosso 16 città

- Davide Giancristofaro Alberti

Previsione Meteo, picco massimo oggi in Italia: bollino rosso in 16 città, da Milano a Torino fino a Roma e Napoli. Il bollettino: allarme Lombardia per ozono

meteo
Meteo, previsioni

La tregua dal caldo record africano si attuerà da domani, ma sarà provvisoria e permetterà comunque un weekend di ottimo sole per i primi vacanzieri: per chi rimane invece in città scatta il “solito” incubo visto negli ultimi due giorni a Milano, Torino, Roma, Napoli e in tutte le città dove vige il bollino rosso del Ministero della Salute. Oggi, venerdì 28 giugno 2019 è il giorno del picco massimo previsto in tutta Italia: massime ben oltre i 40 gradi, con le previsioni del meteo che nelle prossime ore varieranno specie sulle zone dell’Adriatico, come riporta Meteo Fanpage «fine giornata dai Balcani inizierà ad affluire aria leggermente più fresca e secca che già nel corso della notte causerà un primo leggero calo delle temperature sul versante adriatico e al Nord». Nella giornata di oggi sono 16 le città con bollino rosso (qui sotto le trovate in elenco) mentre per domani, sabato 29 giugno, le città dove il caldo raggiungerà vette record rimarranno Frosinone, Latina, Roma e Viterbo, ergo Lazio protagonista come la Regione più calda di tutta Italia nelle prossimo 36 ore. (agg. di Niccolò Magnani)

ALLERTA TEMPERATURA PERCEPITA

Le previsioni del meteo parlano di un caldo record con la temperatura percepita che supera i 50° al nord del nostro paese. Un bollino rosso che ha portato a lanciare l’allarme in diverse città del nostro paese, creando preoccupazione soprattutto per le fasce protette e cioè anziani, bambini e malati. Le città più calde della giornata hanno toccato i 43° tra queste Alessandria, Asti e Vercelli. In Lombardia invece si è arrivati a 41° a Pavia. La speranza generalizzata è che si possa vedere il Mercurio nei termometri scendere radicalmente nei prossimi giorni, per evitare che si possano prevedere altri problemi. A Torino per esempio nella giornata di oggi si è verificato un blackout generale proprio per situazioni legate al caldo. Anche per quanto riguarda le coltivazioni, ovviamente, il caldo può creare delle problematiche non da poco. Vedremo cosa accadrà. (agg. di Matteo Fantozzi)

SUPERATA SOGLIA OZONO

Previsioni meteo: il caldo record di queste ore sta creando gravi disagi in tutta Italia ma soprattutto al Nord. La situazione è rovente, nel vero senso del termine, in Lombardia, dove le temperature oggi hanno toccato anche picchi fino a 39 gradi. Proprio le temperature elevate hanno fatto schizzare l’ozono nell’atmosfera al di sopra dei limiti, facendo inevitabilmente scattare l’allarme. Proprio le condizioni meteo di queste ore, spiega l’Arpa, hanno portato ad un inusuale innalzamento dei valori dell’inquinante che già ieri, in alcune province della Lombardia ha superato la soglia di allarme, ovvero la massima media oraria di 240 microgrammi al metrocubo. In tal modo, quindi, il limite è stato superato per il terzo giorno di fila. Il più alto livello, come riferisce Leggo.it, è stato registrato a Meda, in provincia di Monza e Brianza con un valore pari a 370 µg/m3. Segue la provincia di Como, e poi Bergamo, Varese, Lecco, Milano, Brescia, Cremona, Lodi, Pavia e Mantova. Arpa ha osservato che “le temperature eccezionalmente elevate di oggi saranno in lieve calo tra venerdì e sabato, mantenendosi comunque ancora al di sopra della media”. Di conseguenza, anche i livelli di ozono resteranno ancora elevati. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

TREGUA NEL WEEKEND, POI ALTRA ONDATA…

Due giorni di caldo record: le previsioni meteo lanciano l’allerta. Siamo entrati nella fase più bollente dell’ondata di caldo africano che sta colpendo l’Italia e mezza Europa. L’elevato tasso di umidità peggiorerà le cose: comporterà una forte e pericolosa sensazione di disagio fisico. Gli indici di calore saliranno portando i valori delle temperature percepite oltre i 50 gradi. Stando a quanto riportato da La Repubblica, si soffrirà anche di notte, anche per via delle ore di buio che in questo periodo sono ai minimi. Le cose cambieranno dal weekend quando le temperature scenderanno di 4-6 gradi. Ma sarà solo una breve tregua perché un’altra ondata di caldo avvolgerà l’Italia i primi due giorni della nuova settimana. Probabilmente un più deciso cedimento del caldo si registrerà intorno a mercoledì 2 luglio, con l’attenuazione dell’afa e l’arrivo di violenti temporali al Nord. (agg. di Silvana Palazzo)

BOLLINO ROSSO IN 6 CITTÀ, 40° A MILANO!

Ondata di caldo africano, Italia in ginocchio: bollino rosso oggi in sei città, mentre domani saranno sedici i Comuni con il massimo livello di rischio per tutta la popolazione. Il Meteo spiega che i valori da primato si avranno soprattutto in Piemonte, con il Nord generalmente più colpito rispetto al resto della Penisola: nonostante le temperature elevate, infatti, al Sud l’aria sarà decisamente più respirabile. Ad Alessandria, Asti e Vercelli le temperature da record, 42-43° secondo le previsioni, mentre a Pavia, Milano, Bolzano, Rovigo, Padova, Ferrara e Bologna si aggireranno tra i 39 e i 41°. Buone notizie arrivano per quanto riguarda il weekend: come sottolinea Repubblica, aria meno calda rinfrescherà il clima al Nord, con le temperature che perderanno tra i 4 e i 6°. Prepariamoci dunque al picco di afa in programma nelle prossime ore: siamo nel pieno dell’ondata africana che ha avvolto mezza Europa. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

PREVISIONI, ONDATA CALDO AFRICANO

Il caldo africano farà sentire i suoi massimi effetti per la giornata di oggi, giovedì 27 giugno, e probabilmente nelle prossime ore la colonnina di mercurio raggiungerà valori che difficilmente (e si spera) verranno eguagliati nel corso dell’estate 2019. Al di là del fatto che le temperature supereranno anche di qualche grado i fatidici 40, si tratterà di un caldo storico per il periodo, visto che il mese di giugno non è tipicamente quello più caldo dell’estate, che di solito risulta essere luglio. L’inferno africano si farà sentire in particolare nelle regioni del nord ovest, a cominciare dal Piemonte, che sarà la regione più calda dello stivale con una media massima di 41/43 gradi, in particolare ad Alessandria, Vercelli, ed Asti, tutte città da “bollino rosso”, così come Milano, Roma, Napoli, Firenze, Brescia, Bari, Bolzano, per un totale di 16 capoluoghi di provincia. Farà caldissimo anche nelle altre regioni del nord, soprattutto in Lombardia, ma anche al centro e in Sardegna, dove i valori massimi saranno compresi fra il 39 e il 41.

METEO, ONDATA CALDO AFRICANO

Si starà leggermente meglio al sud con un clima meno rovente, come ricordano gli esperti de IlMeteo.it, ma anche per l’afa meno asfissiante. Sarà soprattutto di notte che l’umidità farà sentire la propria morsa, con valori che potrebbero non scendere sotto i 24 gradi, minando quindi il sonno di milioni di italiani. A complicare la situazione il fatto che le ore di luce sono ancora svariate, di conseguenza la notte non ha il tempo di rinfrescarsi, durando solamente dalle 22 fino alle 4:30/5 circa. La domanda sorge spontanea: per quanti giorni durerà ancora questo inferno? Secondo quanto raccolto da IlMeteo.it la corrente anticiclonica subtropicale dovrebbe affievolirsi a partire dalla giornata di domani, ed in particolare fra venerdì 28 e sabato 29 giugno, con un clima che diverrà leggermente più “fresco” a cominciare dalla regioni settentrionali, in particolare da quelle di oriente. Farà comunque molto caldo fino a martedì 2 luglio, quando i valori torneranno nella media e ben più sopportabili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA