MIA MARTINI, SORELLA LOREDANA BERTÈ/ “Sono sempre stata super gelosa di lei, poi…”

- Fabiola Iuliano

Mia Martini, diva della musica italiana scomparsa prematuramente nel 1995 all’età di 47 anni, sarà al centro dell’intervista che sua sorella Loredana Bertè…

Luca e Manuela, i nipoti di Mia Martini
Pubblicità

“Io e Mimì non avevamo niente.” Esordisce con queste parole Loredana Berté nel corso dell’intervista rilasciata qualche tempo fa a Verissimo. Nel suo cuore c’è tanto dolore e anche molti rimorsi per quello che è stato il terribile destino di sua sorella Mia Martini. “Io sono sempre stata super gelosa di lei. I primi tempi per lei ero una zavorra, poi lei ha capito e anche io, e il nostro rapporto è andato benissimo.” racconta Loredana, che poi spiega “Con lei è morta una parte di me chiaramente. Io lo sento dentro di me e quando sono sul palco la sento dentro di me e dò tutto quello che ho anche se sono terrorizzata e mi prendono gli attacchi di panico prima di uscire. Penso a lei e esco sul palco dando tutto!” (Aggiornamento di Anna Montesano)

Pubblicità

MIA MARTINI E IL RAPPORTO CON LOREDANA BERTÈ

Il ricordo di Mia Martini,scomparsa nel lontano 1995, all’età di 47 anni, è ancora indelebile nel mondo della musica italiana. Mimì – così viene ricordata da chi l’ha amata e da sua sorella, Loredana Bertè – si è spenta nella sua casa di Cardano al Campo, in provincia di Varese, dopo una vita e una carriera piene di grandi vicissitudini; quella più importante, che ha segnato la sua vita, l’essere al centro di assurde dicerie sul suo legame con alcuni eventi sfavorevoli, voci che, diventando sempre più insistenti, nei primi anni ottanta ne hanno determinato il ritiro dalle scene. Una vicenda che ha segnato profondamente il mondo della musica italiana, che solo in parte, negli ultimi anni, è riuscita a fare ammenda: “Da allora non è cambiato nulla”, ha detto infatti sua sorella, Loredana Bertè, in un’intervista concessa a Vanity Fair. “Vedo ancora gli artisti fare scongiuri, praticare rituali scaramantici, riempirsi le tasche di cornetti prima di un’esibizione. Non io: sul palco vado allo sbaraglio”.

Pubblicità

MIA MARTINI: LOREDANA BERTÈ RICORDA IL PERIODO IN CARCERE

Nei mesi scorsi, si è accesa la querelle tra Olivia e Loredana Bertè, le due sorelle di Mia Martini. Al centro dello scontro, una dichiarazione rilasciata dalla seconda in un’intervista concessa a Verissimo, dove ha ricordato che Mimì è stata in carcere per circa due anni: Ho lasciato la scuola l’ultimo anno perché è successa una disgrazia – ha detto la diva nel salotto di Silvia Toffanin – mia sorella Mimì è stata arrestata per uno spinello che gli avevano messo in tasca. Ha fatto due anni in carcere – ha precisato la cantante – Quando è stata liberata, prima del processo, l’abbiamo nascosta in una soffitta per un anno”. A smentirla, però, è stata proprio Olivia, che ha raccontato una versione molto diversa, puntando l’attenzione sul pessimo rapporto che c’era tra le due. “Mia è stata in carcere quattro mesi e non due anni”

OLIVIA BERTÈ SMENTISCE SUA SORELLA LOREDANA

Caterina Caselli ha ricordato Mia Martini in occasione del docu-film “Fammi sentire bella”, che prende il titolo da un inedito che fa da colonna sonora. “Mi dispiace di non esserle stata vicina in un momento di solitudine – ha detto la nota discografica in un’intervista concessa a Repubblica – ci ho pensato tante volte… Però – ha aggiunto sono felice che la sua grandezza sia stata riconosciuta, era un’interprete unica”. Mia Martini, ha spiegato infatti la Caselli, era un’artista con un talento raro: “Ricordo che il marito di Sylvie Vartan – ha spiegato la discografica – mi diceva sempre: “Ci sono le star e le great star”, la differenza tra cantante e interprete è sostanziale. Le grandi interpreti – ha aggiunto – quando trovano una canzone ci mettono parte della loro vita. Lei era una great star”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità