MICHAEL LEAGUE – BILL LAURANCE DUO/ Il tour italiano, nonostante il virus

- Luigi Viva

Michael League e Bill Laurance, fra i più importanti ed innovativi musicisti dell’ultimo decennio, saranno in tour con una produzione esclusiva per l’Italia; 12 i concerti in programma dal 28 luglio all’11 di agosto

Michael League Bill Laurance 1366x650
Michael League e Bill Laurence

I due musicisti  sono giunti alla notorietà grazie a far parte della straordinaria band degli Snarky Puppy, di cui League è il leader e Laurance il cofondatore. Formatisi nel 2003, con quattordici album all’attivo, tre Grammy Award, numerose nomination, oltre a spopolare nei referendum delle principali riviste specializzate, gli Snarky Puppy hanno preso il posto delle grandi band elettriche del passato (Weather Report, Pat Metheny Group, Return To Forever etc) conquistando la stima della gran parte della comunità jazz. Grazie ai migliaia di concerti all’attivo, i due musicisti hanno sviluppato una formidabile intesa, cementata da una lunga amicizia nata a Leeds ai tempi dell’Università. Da qui l’idea di questo nuovo ed inaspettato progetto, in esclusiva per l’Italia.

League, trentasei anni, nativo della California, da un paio anni trapiantato in Catalogna ha espresso sin dagli inizi qualità “ellingtoniane” di leader, muovendosi con sicurezza anche come produttore della etichetta GroundUp music, della quale è il responsabile artistico. Da segnalare anche la produzione  di due album di David Crosby ( LIGHTHOUSE e HERE IF YOU LISTEN) oltre ai tour, di  splendida e rarefatta bellezza, con la Lighthouse band formata per accompagnare Crosby insieme a Becca Stevens e Michelle Willis. Significativo il progetto con Bokanté, ensemble con il quale League sta sperimentando i percorsi della word music, attratto dalle etnie di ogni parte del mondo. In IMMIGRANCE ultimo album degli Snarky ha rivolto la propria attenzione verso la musica proveniente da Marocco e Turchia, paesi più volte visitati per perfezionare con musicisti locali la tecnica di alcuni strumenti etnici. Oltre al basso e contrabbasso i suoi strumenti principali, League suona ogni genere di chitarra, l’oud, oltre a una serie di strumenti etnici quali gimbri, doholla, krakeb, davul , daf, e cajon. Insomma, quel che si dice, un grandissimo talento.

Un’occasione unica per apprezzare questi due musicisti ricchi di straordinaria sensibilità. I due si sono incontrati, al di fuori degli Snarky Puppy, negli album di Crosby, nei  primi dischi di Laurance, cominciando da FLINT, per finire con gli stupendi SWIFT (2015), LIVE AT UNION CHAPEL(2016) dei quali League ne è stato produttore e musicista.

Londinese, cresciuto all’ombra di Mike Ratledge (Soft Machine) uno dei grandi del jazz rock inglese, Bill Laurance ha sviluppato uno stile pianistico personale, dove le radici jazz si fondono con musica classica, minimale ed elettronica.

Insostituibile negli Snarky, sia che suoni in acustico, in gruppo, o in solitario con l’aiuto dell’elettronica, come nel cd CABLES o con la WDR Big Band (prossima la pubblicazione di un album registrato dal vivo a Londra) o nella classica formula del trio, Laurance ha mostrato le qualità del grande musicista. Il suo senso della melodia, oltre alla sofisticata sensibilità ritmica e armonica, lo avvicinano a John Taylor uno dei grandi del piano jazz inglese.

Nei concerti in programma, il duo presenterà nuove versioni di brani tratti dal loro repertorio. Un appuntamento da non perdere, amatissimi dai giovani appassionati di jazz, sapranno sicuramente regalare grandi emozioni. Queste le date: ueste il 28 luglio  a Grado (UD), a seguire, il 29, Grey Cat Jazzfestival  a Gavorrano (GR), il 30 Fano Jazz By The Sea, 31 Salerno, 1 agosto a Roma Casa del Jazz, tre concerti in Sardegna, il 2 a Mogoro (OR) , 4 Alghero, 5 Cagliari, il 6 Ravenna Jazz, il 10 a Matera (con Orchestra) e gran chiusura l’11 Agosto sempre con orchestra al Locusfestival a Locorotondo (BA).  Si raccomanda “vivamente”

© RIPRODUZIONE RISERVATA