MICHELE, FRATELLO FRANCO BATTIATO/ Quando disse: “Lo assistiamo per come merita”

- Dario D'Angelo

Michele, fratello Franco Battiato: negli ultimi anni al centro del caso sulla vendita della casa di Milo, Villa Grazia. Le sue parole…

Franco Battiato
Franco Battiato (Foto Wikipedia)

Franco Battiato è morto. La notizia ha scosso milioni di fan del Maestro in tutta Italia, ma a maggior ragione ha colpito i suoi affetti più cari. Tra questi c’è anche il fratello di Franco Battiato, Michele, noto per essere stato consigliere comunale a Milano nelle file dei Repubblicani. Negli ultimi anni si era parlato di lui per la decisione di mettere in vendita “Villa Grazia”, la casa di Milo che era stata la culla di molti capolavori di Franco Battiato. Inizialmente, dinanzi al polverone di polemiche sollevato dalla notizia della messa in vendita della villa, Michele Battiato aveva smentito: “La casa resta a Franco, non c’è alcuno progetto in tal senso“. Tempo dopo, però, intervistato da Fanpage, il fratello maggiore di Franco Battiato ammise che sì, la casa era stata messa effettivamente in vendita, “ma perché io devo pensare anche al futuro“.

Michele Battiato, fratello Franco Battiato

Parole, quelle di Michele Battiato, che suggerivano come Franco Battiato fosse affetto da una grave malattia. Rispetto a questa tesi, il fratello aveva confermato l’esistenza di una condizione di difficoltà, senza fornire però particolari dettagli in merito: “Quel che mi sento dire è solo che stiamo assistendo mio fratello come merita. Dalla gente ho letto dichiarazioni sui giornali molto giuste ed equilibrate. Li voglio rassicurare, perché mio fratello riceve continuamente gli amici più intimi, viene curato al meglio e sta superando un momento di difficoltà, anche serenamente. Non abbiamo nessuna preoccupazione di qualsiasi sorta. (…) Mio fratello è circondato dall’affetto degli amici più cari e dei parenti. Del resto, non ce ne frega niente“. Dopo la morte di Franco Battiato, il fratello Michele deciderà di togliersi altri sassolini dalle scarpe?



© RIPRODUZIONE RISERVATA