MICHELE PASINATO È MORTO/ Il ricordo del recordman della pallavolo: “Un fenomeno…”

- Davide Giancristofaro Alberti

E’ morto all’età di 52 anni Michele Pasinato, storico campione della nazionale italiana di pallavolo: è l’attuale recordman di punti in Serie A

michele pasinato rai 2021 640x300
Michele Pasinato (Foto Raitre)

La morte di Michele Pasinato ha lasciato un vuoto profondo nel mondo dello sport. La scomparsa del recordman della pallavolo ha invaso il mondo del web. Su Twitter, infatti, sono tantissimi gli utenti che stanno dedicando un pensiero a Michele Pasinato. “Un fenomeno è salito in cielo”, cinguetta un utente. E ancora: “Ieri lacrime di gioia, oggi lacrime di dolore. “Paso” tocca sempre i cuori. Ma un campione è immortale”, “Tristezza infinita”, “Quelli della Generazione Dei Fenomeni sono Immortali. Ciao Campione”, “Oggi quell’ Azzurro è un po’ meno Azzurro, un pezzetto l’hai portato con te… Ciao Paso”, “Per chi come me ama il volley e per chi come me, prima lo ha visto giocare e poi lo incrociava in palazzetto, un immenso dolore”. II ricordo di Pasinato, dunque, sul web continua (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

MICHELE PASINATO, IL RICORDO DI MALAGO’

Lutto nel mondo della pallavolo italiana e in quello dello sport: il campione di volley, Michele Pasinato, 52 anni compiuti lo scorso 13 marzo, è morto. Era malato da tempo e in queste ore il “Paso” ha perso la sua battaglia nonostante abbia lottato fino all’ultimo, così come faceva in campo fino a pochi anni fa. La Gazzetta dello Sport racconta che nella serata di ieri Pasinato aveva riferito alla moglie Silvia e ai figli Edoardo e Giorgio di essere stanco, e oggi ha esalato l’ultimo respiro.

Sul web si sprecano i messaggi di cordoglio all’indirizzo della famiglia, a cominciare da quello della Federvolley, che scrive: “Da parte del presidente Giuseppe Manfredi, dei vicepresidenti Adriano Bilato e Luciano Cecchi, del segretario generale Alberto Rabiti, del Consiglio Federale e dell’intera Federazione Italiana Pallavolo giungano alla famiglia di Michele sentite condoglianze”. Così invece il numero uno del Coni, Giovanni Malagò: “Lo #sport italiano piange la scomparsa di #Pasinato, straordinario interprete della generazione di ‘fenomeni’ del #volley azzurro e intramontabile esempio dei valori che ci rappresentano. Ciao, Michele. Campione per sempre!”.

MICHELE PASINATO E’ MORTO: I TRIONFI CON LA NAZIONALE

Messaggi anche da parte dello stesso Comitato Olimpico Italiano, ma anche di Rai Sport e di Antonelli, giornalista sportivo della tv pubblica, giusto per citare i più importanti in questi ultimi minuti in cui si è diffusa la triste notizia. Poche righe non bastano per descrivere chi fosse Michele Pasinato, attuale recordman di punti nella regular season della Serie A con più di 7.000 in 280 partite. Numerosi i successi con la storica nazionale di Julio Velasco, a cominciare dai campionati del mondo di Tokyo del 1988, passando per la doppietta Europea nel 1993 e nel 1995 a Turku e Atene, un totale di 256 partite con la maglia della nazionale azzurra, quella squadra soprannominata “generazione di fenomeni”, che gli fece ottenere nel 1999 l’onorificenza della Medaglia d’oro al Valore Atletico. L’ultima partita nel 2006, ma la pallavolo era il suo mondo e non l’aveva abbandonata, lavorando come tecnico nel settore giovanile del Padova, squadra in cui è cresciuto. Pasinato resterà per sempre nella storia della pallavolo italiana, ancor più di quanto già non lo fosse.

© RIPRODUZIONE RISERVATA