Mickey Rourke, “Fuck Donald Trump”/ A Pomeriggio 5 la sorpresa di Barbara d’Urso!

- Stella Dibenedetto

Mickey Rourke a Live Non è la d’Urso “Fuck Donald Trump!”. Conduttrice sotto choc, il saluto a Ludo e l’attacco agli Usa “più felice in Europa”

mickey rourke dito medio trump
Mickey Rourke, dito medio per Donald Trump

Si torna a parlare di Mickey Rourke che ieri è stato ospite nella prima puntata di Live non è la d’Urso. Lo si fa nel corso della nuova puntata di Pomeriggio 5, dove Barbara d’Urso manda in onda alcune immagini della sua ospitata. In questa, l’attore manda un messaggio ad un bambino: “Devo dire ciao a un piccolo ragazzino che si chiama Ludo, suo padre lavora per me. Devi cercare di essere un bravo ragazzo!” La d’Urso ha oggi una sorpresa per Rourke: il bambino gli ha risposto, mandandogli un video messaggio. “Grazie per il messaggio Rourke” dice il bambino. E in studio, Roberto Alessi si complimenta con la conduttrice: “Tu riesci a far mostrare il lato più tenero dei tuoi ospiti. – ammette il direttore di Novella 2000 – È uno molto duro, poi viene da te e fa queste cose. Tu mi fai paura!” (Aggiornamento di Anna Montesano)

MICKEY ROURKE, CHE CHOC PER LA D’URSO!

Mickey Rourke spiazza tutti a Live Non è la d’Urso e lascia la padrona di casa letteralmente sotto choc. L’attore 67enne si è inserito a gamba tesa tra il talk sul Prati-gate, ha sfoggiato tutta la sua sincerità rivelando la lite avuta con Robert De Niro per poi concludere con un inaspettato “Fuck Donald Trump” che ha raggelato la padrona di casa. Nonostante l’invito della d’Urso a sintetizzare, Rourke rivela la sua natura logorroica raccontando un retroscena sul film “Angel Heart” con protagonista De Niro. Dopo aver preso parte ad un imbarazzante stacchetto sulle note di Nove settimane e mezzo con protagonista ieri sera Aida Yespica, Mickey ha poi voluto fare un saluto a tale Ludo: “la madre lavora per me. Vorrei dirgli di fare il bravo perché sua madre sta cercando di procurarmi lavoro!”. Il tutto davanti ad una sempre più incredula Barbara. Quindi il finale: “Sai Barbara, nella vita le uniche persone che possono deluderti sono quelle che ammiri o che vivono al tuo fianco. Quando vengo in Europa sono molto felice più che negli Stati Uniti”. Quindi il “vaffa” al presidente Usa  che lascia senza parole la conduttrice: “Ecco una cosa leggera per chiudere”, la chiosa della d’Urso che più tardi commenterà, cosciente di quanto accaduto: “Domani ne parlerà tutto il mondo”. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

“POSSO DIRE UNA COSA? FUCK DONALD TRUMP!”

Visibilmente emozionata, Barbara d’Urso ha accolto Mickey Rourke a Live Non è la d’Urso. Subito l’attore ha esordito raccontato perché non va d’accordo con Robert De Niro. «Ero giovane allora ed era un grande film per me. Ero la star del film, lui la co-star. Quando ero a scuola a studiare per diventare un attore lo ammiravo, pensavo che se avessi lavorato sodo, sarei riuscito a diventare come lui. Quando feci il film con lui, andai dal produttore per dirgli che ero onorato di lavorare con lui. Lui cinque minuti dopo mi disse: “Penso che sia meglio se non parliamo. Siamo solo personaggi in un film”». Mickey Rourke ha espresso tutta la sua delusione per quel momento. «Io non sapevo cosa stesso accadendo. Ha ferito i miei sentimenti, io lo ammiravo. Ora non più». L’attore ha ricordato di essere arrivato da momenti difficili. «Sei mesi fa sono finito al verde. Gli unici soldi che avevo erano quelli dei combattimenti di pugilato. Quindi Martin Scorsese voleva incontrarmi per un film con Al Pacino e Robert De Niro». Ma alla fine non se n’è fatto più nulla. Ma a far discutere è una dichiarazione che ha lasciato di stucco tutti, a partire da Barbara d’Urso che a momenti aveva un mancamento. «Posso dire una cosa? Fuck Donald Trump!», e fa il dito medio in favore di telecamera. (agg. di Silvana Palazzo)

MICKEY ROURKE PRONTO PER LIVE NON E’ LA D’URSO

Mickey Rourke pronto a raccontare la sua verità a Live Non è la D’Urso. Il famoso attore parlerà della sua traumatica esperienza con la chirurgia plastica. Rourke è stato per molto tempo uno degli uomini più desiderati dal mondo femminile, ma oggi è completamente diverso in seguito a numerosi interventi estetici. Il suo viso è stato letteralmente deturpato e il suo aspetto chiaramente fa molto discutere. Mickey Rourke proprio a causa del botolino appare gonfio e statico, con un volto profondamente differente rispetto al passato. Secondo molti, in queste condizioni, faticherebbe persino a muovere alcuni muscoli del viso, con un’espressione sempre più piatta e statica. Nella puntata di questa sera, probabilmente, l’attore farà chiarezza sulla vicenda e ai microfoni di Barbara D’Urso racconterà la sua verità. (Aggiornamento di  Jacopo D’Antuono)

IL CAMBIAMENTO DI MICKEY ROURKE

Mickey Rourke, il sex simbol e divo di Hollywood che ha fatto innamorare milioni di donne in tutto il mondo, ormai non c’è più. Quel viso imperfetto, ma estremamente affascinante che, prima con il suo film più celebre, 9 settimane ½, del 1986 e poi con i lavori successivi ha conquistato fama e popolarità si è trasformato in un uomo che i fans faticano a riconoscere. Mckey Rourke che compirà 67 anni domani, lunedì 16 settembre, infatti, ha ceduto al fascino della chirurgia estetica, ma i troppi interventi a cui si è sottoposto hanno notevolmente trasformato il suo aspetto fisico. Il viso che, oggi, Mickey Rourke sfoggia, infatti, è gonfio a causa del botulino e, guardando le foto del passato, i fans non nascondono di avere nostalgia per il Mickey Rourke di qualche anno fa. L’attore, ospite della prima puntata della nuova stagione di Live, Non è la D’Urso, risponderà alle critiche?

MICKEY ROURKE PARALIZZATO DAL BOTULINO

Le ultime foto di Mickey Rourke hanno scatenato la preoccupazione dei fans. Oltre ad essere irriconoscibile, infatti, l’attore fatica a muovere i muscoli del viso al punto che le sue espressioni sono sempre uguali. I muscoli facciali dell’attore, infatti, sarebbero bloccati a causa del troppo botulino. “Sospetto che Mickey abbia assunto dosi massime e complete di botulino per ottenere questo aspetto, più frequentemente di quanto probabilmente avrebbe avuto bisogno. I suoi muscoli sono ora in uno stato quasi permanentemente paralizzato dall’uso costante di botulino”, la dottoressa Hala Elgmati del Beyond Med Center di Londra. con la sua nuova faccia, Mickey Rourke si mostrerà così al pubblico italiano: Barbara D’Urso chiederà all’attore i motivi dei suoi numerosi ricorsi alla chirurgia plastica?

MICKEY ROURKE: “HO SBAGLIATO TANTO”

Non solo successi e periodi magici nella vita di Mickey Rourke che, in un’intervista rilasciata qualche tempo fa ai microfoni de La Repubblica, ha raccontato di aver vissuto dei momenti bui. “Per anni mi sono rifiutato di riconoscere le mie colpe e i miei difetti. Mi sono comportato in maniera sciocca e non professionale. Davo la colpa a questo e quel produttore o studio, ma la verità è che ero io e solo io, Mickey Rourke, che si dava la zappa sui piedi” – raccontava svelando, poi, di aver vissuto in in stanberghe e puzzolenti appartamentini dopo aver sperperato i suoi guadagni. “Poi ho fatto terapia, per anni. Sono finalmente riuscito a capire che il problema ero io stesso. Ho sofferto come un cane, mi sono ritrovato da solo, ma solo così mi sono potuto riprendere”, raccontava ancora.

© RIPRODUZIONE RISERVATA