Milan abbassa prezzi biglietti Champions dopo proteste/ Gazidis “Vendita ora sospesa”

- Alessandro Nidi

Il Milan, mediante una lettera ai tifosi del CEO Ivan Gazidis, ha annunciato la diminuzione dei prezzi dei biglietti per le gare di Champions

ivan gazidis
Milan, Ivan Gazidis e Paolo Maldini (Foto LaPresse)

Il Milan fa un passo indietro rispetto ai prezzi dei biglietti per le partite di UEFA Champions League pubblicati nelle ultime ore, attraverso una lettera ufficiale ai tifosi a firma del CEO del club rossonero, Ivan Gazidis, il quale ha voluto rispondere così “alle preoccupazioni che sono state sollevate in merito”. Innanzitutto, è stato ribadito che ogni decisione del team manageriale della società viene presa esclusivamente nel totale interesse del club stesso e, di conseguenza, di tutta la comunità rossonera.

“Purtroppo – ha proseguito Gazidis – stiamo ancora affrontando la difficile situazione dovuta alla pandemia e il Milan ha sofferto molto per l’assenza di pubblico allo stadio negli ultimi 18 mesi, in particolare per la mancanza dell’emozione e della straordinaria energia che i tifosi generano, ma anche per l’impatto sui ricavi e sulla posizione finanziaria del club”. Introiti diminuiti, anzi, azzerati. Uno “zero” che pesa come un macigno sulle finanze del Diavolo. Gazidis, peraltro, ha ribadito l’impegno fondamentale che ispira tutte le azioni del Milan: “Vogliamo rendere orgogliosi i nostri sostenitori, creando una squadra di successo in modo finanziariamente sostenibile. Tutti i ricavi vengono reinvestiti per raggiungere questo obiettivo prioritario. Questa rimane la nostra strada per il successo”.

IVAN GAZIDIS: “VENDITA BIGLIETTI CHAMPIONS MILAN SOSPESA TEMPORANEAMENTE”

Chiaramente, Gazidis ha precisato ai tifosi del Milan che la vendita dei biglietti è una parte importante di questa equazione e durante tutta la stagione si cerca di trovare un equilibrio dei prezzi che permetta di generare le entrate necessarie, senza escludere o penalizzare nessun sostenitore. Tuttavia, “in questo caso ho compreso chiaramente le vostre preoccupazioni e mi rendo conto che non siamo allineati nel modo equilibrato che auspichiamo. Pertanto, abbiamo rivalutato la nostra decisione e adegueremo i prezzi delle partite di Champions League a un livello che riteniamo comunque corretto”.

La vendita dei biglietti sarà quindi temporaneamente sospesa e riaperta a tempo debito con un approccio tariffario rivisto. “Per mantenere un rapporto onesto e trasparente – ha concluso –, se facciamo scelte discutibili, è nostro dovere ammetterlo, ma è altrettanto importante sentire la vostra fiducia e il vostro sostegno per qualsiasi decisione presa, attraverso un dialogo costruttivo, poiché queste decisioni sono sempre prese esclusivamente per il bene del Milan”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA