MILAN QUALIFICATO AI SEDICESIMI/ Europa League: ribaltone col Celtic, Pioli passa!

- Mauro Mantegazza

Milan qualificato ai sedicesimi di Europa League: i rossoneri vincono contro il Celtic in casa e strappano il pass per la prossima fase con un match di anticipo.

Milan Pioli Serie A
Stefano Pioli, allenatore del Milan dal 2019 (Foto LaPresse)

MILAN QUALIFICATO AI SEDICESIMI: PIOLI PASSA!

Il Milan è qualificato ai sedicesimi di Europa League. Ci è voluta tutta la serata e si è dovuto aspettare fino all’ultimo secondo per avere questo verdetto, ma i rossoneri possono festeggiare l’obiettivo con un turno di anticipo. Merito del ribaltone operato ai danni del Celtic, ma anche e soprattutto della sconfitta dello Sparta Praga: era l’altra condizione che si doveva verificare ed è successo. A San Siro il secondo tempo del Milan è stato trascinante, con Jens Petter Hauge e Brahim Diaz che hanno segnato i gol del sorpasso e dell’allungo confermando come anche le seconde linee a disposizione di Stefano Pioli possano essere importanti; al Pierre Mauroy invece il Lille è andato clamorosamente sotto nei confronti dello Sparta Praga, rischiando davvero di compromettere la sua qualificazione. Era il 71’, ma la reazione dei francesi è arrivata in meno di 10 minuti: se Yazici era stato il grande eroe della vittoria al Meazza, questa volta un suo connazionale più famoso ha centrato la doppietta scaccia crisi. Burak Yilmaz è andato a segno ai minuti 80 e 84: anche il Lille dunque ha operato il ribaltone, e si è qualificato ai sedicesimi di Europa League consentendo di farlo anche al Milan, che ha 4 punti di vantaggio sullo Sparta Praga il cui campo visiterà nell’ultima giornata. Dovesse vincere – e solo in quel caso – il Diavolo potrebbe ancora aspirare al primo posto nel girone: servirà però che il Lille non vada oltre il pareggio al Celtic Park. (agg. di Claudio Franceschini)

INTERVALLO, ROSSONERI SUL 2-2

Alla fine dei primi tempi di Europa League il Milan non sarebbe qualificato ai sedicesimi: a San Siro tra l’altro è andata in scena una frazione pazzesca, con i rossoneri che hanno anche perso Simon Kjaer per infortunio. Doppio vantaggio per un Celtic ormai fuori dai giochi ma spinto dall’orgoglio, e capace di segnare con Tom Rogic e Odsonne Edouard; il Milan l’ha ripresa in tre minuti grazie alle reti di Hakan Calhanoglu e Samu Castillejo, e va dunque negli spogliatoi con 8 punti “virtuali” nella classifica del gruppo H. Come sappiamo il verdetto sulla qualificazione con un turno di anticipo arriverebbe anche dal Pierre Mauroy: qui il Lille sta pareggiando 0-0 contro lo Sparta Praga e dunque è tutto come prima, con i francesi primi a quota 9 punti e i cechi a 7. Se le cose dovessero rimanere così, ai rossoneri basterà pareggiare nella capitale della Repubblica Ceca per ottenere la qualificazione; sarebbe secondo nel girone anche in caso del ko del Lille a Glasgow, ma per il momento bisognerà stabilire se cambierà qualcosa nei secondi tempi che si giocheranno tra poco… (agg. di Claudio Franceschini)

MILAN SI QUALIFICA AI SEDICESIMI SE… SI COMINCIA!

Tra poco il Milan scenderà in campo contro il Celtic e al termine della partita sapremo se i rossoneri otterranno la qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League con una giornata d’anticipo. Come abbiamo già ampiamente spiegato, la rivale più pericolosa (a meno di un calo del Lille) per la qualificazione dovrebbe essere lo Sparta Praga e allora potrebbe risultare determinante la vittoria per 3-0 ottenuta all’andata a San Siro contro i cechi. Era giovedì 29 ottobre e nella seconda giornata della fase a gironi il Milan ospitò al Meazza lo Sparta Praga dopo avere già vinto a Glasgow la settimana precedente. I gol furono firmati da Brahim Diaz nel primo tempo, Rafael Leao e Diogo Dalot nella ripresa, un trionfo nel segno dei giovani in una serata in cui invece Zlatan Ibrahimovic sbagliò un calcio di rigore. In quel momento sembrava che per la qualificazione non ci sarebbe stato alcun problema, poi un punto in due partite contro il Lilla hanno complicato la situazione: oggi che cosa succederà? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

MILAN SI QUALIFICA SE… LE COMBINAZIONI UTILI

Il Milan si qualifica ai sedicesimi di Europa League se vince contro il Celtic e arrivano notizie positive da Lilla, cioè una vittoria dei padroni di casa francesi contro lo Sparta Praga. Tutto questo naturalmente serve per poter festeggiare già questa sera, altrimenti tutto verrà rimandato a giovedì prossimo. Esaminiamo subito la situazione: il girone H è un gruppo piuttosto intricato perché il Lilla comanda con 8 punti, seguito dal Milan che è secondo a quota 7 e dallo Sparta Praga che è terzo con 6 punti, mentre è ormai spacciato il Celtic, ultimo con un solo punto. Il Milan dunque ha necessità di vincere contro gli scozzesi, perché diversamente non potrebbe staccare a sufficienza lo Sparta Praga neanche in caso di scopiolinfitta dei cechi. I calcoli dunque si faranno solo con una vittoria del Milan: la certezza matematica arriverà solo con un contemporaneo successo del Lilla che manderebbe lo Sparta a -4. Con un pareggio i cechi invece andrebbero a -3 dal Milan e nell’ultima giornata teoricamente potrebbero ancora ribaltare lo scontro diretto, anche se all’andata il Milan vinse 3-0 e dunque rimarrà davanti anche con una sconfitta non esagerata.

L’EUROPA LEAGUE E IL CAMPIONATO

I discorsi sulla possibilità di qualificarsi per il Milan ai sedicesimi di Europa League si intrecciano al campionato: dicembre, almeno fino al 23, sarà un mese intensissimo, con il finale del girone di Europa League e impegni a raffica anche in campionato, considerato che i mercoledì 16 e 23 ci saranno la bellezza di due turni infrasettimanali consecutivi che si aggiungono ai weekend. Di conseguenza, farebbe una grossa differenza dover andare giovedì prossimo a Praga a giocare in casa dei rivali diretti per la qualificazione con il discorso ancora in bilico, oppure poter andare con la serenità di chi ha già chiuso i conti. Ecco perché il pareggio di Lilla è stato fondamentale: ha evitato di ritrovarsi a pari punti con lo Sparta Praga. Stavolta invece i rossoneri tiferanno per i francesi e poi naturalmente dovranno fare la loro parte: se non vincono in casa contro il Celtic fanalino di coda e già eliminato, ovviamente ogni tabella andrebbe drasticamente rivista…

© RIPRODUZIONE RISERVATA