SCIOPERI/ Metalmeccanici Fiom e studenti sfilano in corteo a Milano. Lanci di uova e petardi dagli antagonisti

- La Redazione

Due cortei paralleli stanno marciando a Milano: quello dei lavoratori della Fiom e quello degli studenti antagonisti.

Fiom_PresidioR400
Un presidio della Fiom (Ansa)

Due cortei paralleli stanno marciando a Milano: quello dei lavoratori della Fiom e quello degli studenti antagonisti.  

Milano invasa dai manifestanti. Sarebbero migliaia i partecipanti al corteo della Fiom per lo sciopero nazionale indetto dai metalmeccanici. Sono 90 i pullman arrivati da tutta Italia nella Capitale lombarda, a quanto hanno riferito gli organizzatori.

Tra i numeri striscioni, anche uno con la prima pagina del contratto nazionale siglato il 20 gennaio 2008 unitariamente, il recesso dal quale è stato annunciato a settembre da Federmeccanica. Lo striscione, di 12 metri per 6, è stato posto in cima al corteo; alla sua testa, il candidato sindaco del centrosinistra, Giuliano Pisapia, Onorio Rosati della Camera del Lavoro di Milano e Maria Sciancati, segretario regionale della Cgil. Presente anche il segretario nazionale della Fiom Maurizio Landini, che ha percorso il corteo da cima a fondo, salutato da molti manifestanti al grido di «Maurizio difendici».

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

 
Anche i lavoratori della Scala di Milano hanno partecipato con lo striscione “La Scala si inFiomma”. Contemporaneamente circa 500 studenti delle scuole superiori, militanti dell’Unione sindacale di base (Usb) e antagonisti, hanno sfilato partendo da piazza Cairoli a Milano con slogan contro Berlusconi. La polizia guarda a vista il corteo, al quale si sono aggiunti il centro sociale Cantiere, alcuni collettivi della sinistra antagonista e alcuni lavoratori della scuola. I manifestanti, contro le sedi di Enel, Edison, dell’istituto privato De Amicis e della sede dell’università Cattolica, in via Carducci, hanno lanciato uova, vernice e petardi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori