CORTEO STUDENTI/ Tafferugli e flash mob dentro a Unicredit (video)

- La Redazione

La manifestazione studentesca di stamattina: la protesta contro la crisi e le istituzioni bancarie. Manifestanti entrano nella sede del parlamento europeo e in quella di Unicredit

attaccounicreditR400
Immagine d'archivio

Il corteo degli studenti delle scuole medie superiori che si è tenuto stamane per le strade di Milano, è sfociato in tensioni e qualche incidente. Erano circa trecento i giovani, in gran parte appartenenti a Rete Scuole, Laps e LabOut e anche universitari della Statale che si sono mossi per protestare contro la crisi e le banche, come recitava il loro programma. La manifestazione, partita da Largo Cairoli, è terminata davanti al Provveditorato agli studi in via Ripamonti. In mezzo, qualche piccolo tafferuglio con le forze dell’ordine e tentativi di blitz. Il primo di questi momenti è accaduto in via Olona: diversi manifestanti hanno cercato di lasciare il percorso concordato con le autorità, nei pressi dell’università Cattolica. Gli studenti hanno lanciato pomodori verso le forze di polizia e hanno tentato lo sfondamento: respinti dai poliziotti che hanno anche dovuto fare ricorso a qualche manganellata. Tra gli studenti anche esponenti dei centri sociali. E proprio questi, una cinquantina, sono entrati di forza negli uffici della sede del Parlamento europeo in corso Magenta. Una volta dentro, hanno srotolato uno striscione e urlato alcuni slogan contro l’Europa “dei banchieri e degli affaristi”. Il tutto però si è svolto in modo pacifico. Intanto fuori i manifestanti per circa una quindicina di minuti hanno bloccato la strada dando fuoco a finti titoli di stato e finte banconote. Alla partenza del corteo infine alcuni studenti universitari hanno bloccato l’ingresso della sede della filiale Unicredit nel Palazzo del Credito Italiano in piazza Cordusio, e sono entrati all’interno srotolando striscioni e dando vita a un flash mob. Quindi si sono messi sui banconi della banca e hanno fatto finta di studiare: lo slogan infatti era  “Saperi e cultura contro debito e crisi”. Non ci sono stati incidenti, mentre la bizzarra manifestazione si svolgeva davanti a molti clienti della banca. Non è la prima volta che Unicredit è fatta oggetto di iniziative analoghe. Lo scorso 7 ottobre un’altra manifestazione studentesca aveva infatti preso di mira la sede dell’istituto bancario.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori