BALLOTTAGGIO MILANO/ Pisapia: “Basta confronti televisivi con la Moratti”

- La Redazione

Giuliano Pisapia rifiuta l’invito di Porta a porta e di altri programmi televisivi di partecipare a confronti con Letizia Moratti. Causa il precedente dibattito andato in onda su Sky

Pisapia_GiulianoR400
Foto: Ansa

Il candidato del centrosinistra Giuliano Pisapia ha le idee chiare. Non farà più alcun confronto televisivo con Letizia Moratti. Il suo portavoce ha fatto sapere che in vista del ballottaggio del 29 e 30 maggio Pisapia non intende partecipare ad alcun confronto televisivo, dopo quanto successo nel precedente episodio. Si riferisce alle accuse lanciate dal sindaco in carica. Per Pisapia la campagna elettorale sarà solamente in mezzo ai cittadini. “Abbiamo deciso di non trasformare questi ultimi giorni di campagna elettorale in un talk show permanente, ma di continuare a dialogare con i cittadini milanesi” ha detto Maurizio Baruffi, portavoce del candidato. Pisapia aveva ricevuto diverse proposte di dibattiti televisivi, ma la decisione è quella di proseguire la campagna elettorale in vista del ballottaggio fra i cittadini, “ascoltando il loro punto di vista e cercando le migliori soluzioni per il governo di Milano”. Tra gli altri, era stato il programma Porta a porta di Bruno vespa a invitare i due candidati. «Il sindaco di Milano si era dichiarato disponibile. Il portavoce di Pisapia ha comunicato a Bruno Vespa l’orientamento del candidato sindaco a non accettare altri confronti con il sindaco uscente.

Il motivo?  “Vista la scorrettezza che nel confronto che ha preceduto il primo turno ha indotto Pisapia a querelare la Moratti per diffamazione aggravata””, dice una nota della redazione di «Porta a porta». «Lunedì – conclude la nota – nello studio di Porta a porta si confronteranno i due candidati di Napoli Gianni Lettieri e Luigi De Magistris».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori