PROTESTA/ Milano, gruppo di antagonisti sotto casa dell’ex vicesindaco De Corato

- La Redazione

Un gruppo di antagonisti ha organizzato un presidio di protesta sotto l’abitazione dell’ormai ex vicesindaco Riccardo De Corato, in via Andrea Costa, all’angolo con Piazzale Loreto

decorator400
Riccardo De Corato (Ansa)

Alle 21 di ieri la festa ufficiale si teneva a Piazza Duomo, gremita per il trionfo di Giuliano Pisapia e del centrosinistra nelle elezioni amministrative appena concluse. Poco lontano, invece, un gruppo di antagonisti aveva organizzato un’altra festa sotto l’abitazione dell’ormai ex vicesindaco Riccardo De Corato, in via Andrea Costa, all’angolo con Piazzale Loreto. Una cinquantina di esponenti dei centri sociali milanesi intonano slogan e accendono fumogeni e qualche petardo: “De Corato disoccupato”, urlano in coro, oppure “Il tuo ufficio ce l’abbiamo noi”. Il vice di Letizia Moratti in quel momento non si trovava in casa, ma fa sapere che non si lascerà spaventare facilmente: “Non mi sono fatto intimidire negli anni della spranga e non succederà ora”, ha commentato. Anche il neosindaco Giuliano Pisapia prende le distanze dall’episodio e invita tutti alla calma: “Non lasceremo che ci rovinino la festa. Noi siamo portatori di una nuova politica”. De Corato, però, attacca: “È cominciata la caccia all’uomo. Se l’era Pisapia comincia così è un cattivo segnale”.

Gli antagonisti si sono dati appuntamento per protestare contro le politiche dell’ex assessore alla Sicurezza che “ha fatto della guerra ai centri sociali una battaglia personale”. Subito dopo l’inizio del presidio sono intervenuti Polizia e Digos e fortunatamente non è avvenuto nessun tipo di scontro tra i manifestanti e le forze dell’ordine.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori