FILIPPO PENATI/ L’ex presidente della provincia di Milano indagato per corruzione

- La Redazione

L’ex presidente della provincia di Milano, Filippo Penati, e attualmente vice presidente del consiglio regionale della Lombardia, è indagato per concussione e corruzione

penati_R400
Filippo Penati

Il sito del Corriere della Sera segnala come esclusiva la notizia che l’ex presidente della Provincia di Milano e attualmente vicepresidente Pd del Consiglio regionale della Lombardia,  Filippo Penati, sarebbe indagato per corruzione. Filippo Penati è indagato nell’ambito di una inchiesta della Procura della Repubblica di Monza relativa all’area Falck di Sesto San Giovanni. Le accuse sono di concussione e corruzione. Si parla di tangenti del valore di quattro miliardi di lire pagate tra il 2001 e il 2002. Al momento la Guardia di finanza sta effettuando perquisizioni, per l’esattezza sette, dietro disposizione del pm Walter Mapelli. Una inchiesta avviata nell’ambito di una altra inchiesta sull’area Santa Giulia. Tutto infatti è cominciato da questa ultima inchiesta: si vuole adesso accertare possibili illeciti nella gestione dell’area di proprietà Falck a Sesto San Giovanni, in particolare il pagamento di tangenti pagate tra il 2001 e il 2002. Filippo Penati è originario proprio del comune di Sesto San Giovanni dove ha cominciato la sua attività politica nelle fila del Partito comunista. Qui, dal 1985 al 1993, è stato assessore al bilancio e all’urbanistica.

Nel 1994 ne diventa sindaco. Nel 2004 viene eletto presidente della Provincia di Milano, ruolo che lascia quando viene sconfitto nel 2009 dal candidato del centrodestra Podestà. Nel 2010 si candida alla presidenza della Regione Lombardia e viene sconfitto da Roberto Formigoni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori