BRAD PITT/ L’attore (alle fermate di tram e metro) primo uomo per Chanel

- La Redazione

I cartelloni con il volto dell’attore di Hollywood che campeggiano in vari punti della città sono la nuova campagna pubblicitaria della fragranza di Chanel, la famosa Numero 5

infophoto_brad_pitt_chanel_R439
Brad Pitt nella campagna Chanel (Infophoto)

Il tam tam è iniziato qualche giorno fa sui social network, Facebook e Twitter: “L’avete visto alla fermata del tram?”, “E’ più bello oggi che quando era più giovane. È in tutta Milano”. Chi? Poi ho capito quando, alla fermata del tram, ho visto due ragazze intente a fissare la palina. C’è un primo piano in bianco e nero di uno degli uomini più belli e desiderati del pianeta: Brad Pitt ha ufficialmente invaso le fermate dei mezzi pubblici del capoluogo lombardo. Capelli lunghi, camicia di lino grezzo e sguardo sognante, l’attore di “Fightclub” sembra tornato ai tempi di “Thelma e Louise”, quasi vent’anni fa. Anche se non è più un ragazzino, anzi l’anno prossimo compirà mezzo secolo, Brad è ancora il testimonial più desiderato. Non a caso, i cartelloni che campeggiano in vari punti della città sono la nuova campagna pubblicitaria della fragranza di Chanel, la famosa Numero 5. Non è un caso che per la prima volta nella storia, un uomo, uno dei più affascinati del mondo, pubblicizzi il profumo femminile per eccellenza. L’inconfondibile fragranza, essenza del fascino femminile, è stata l’unica amica e compagna di letto della bellissima Marilyn Monroe che, con malizia diceva di amare dormire solo con due gocce del profumo francese. La maison d’Oltralpe che nelle precedenti campagne aveva scelto sempre nel giro dello star system, prefendo le classiche bellezze alla francese come Catherine Deneuve, Vanessa Paradise e Audrey Tautou, questa volta, ha deciso di stupire. E sembra esserci riuscita attirando, non poco, l’attenzione del pubblico femminile. Oltre alla campagna pubblicitaria è stato lanciato lo spot, anticipato da tre teaser misteriosi che hanno tenute incollate le fan alle tastiere in cui Pitt lanciava delle provocazioni: “Are you going somewhere? Where?” (”Stai andando da qualche parte? Dove?” dice nel primo); poi nel secondo: “Do you feel lucky? Why” (Ti senti fortunata? Perché?) e infine nel terzo chiede: “What’s the mystery?” (Che cos’è il mistero?) Lo spot, diretto dal raffinato regista di “Espiazione”, Joe Wright vede Pitt in posa rilassata e meditativa che con sguardo intenso dice poche parole: “The world turns and we turn with it… but wherever I go; there you are”. Una semplice dichiarazione d’amore per la sua musa, la nota fragranza parigina. 

Questo non è l’unico progetto che vede impegnato l’attore di Hollywood. Esce oggi in Italia la prima clip in italiano di “Cogan – Killing Them Softly”, il film diretto da Andrew Dominik presentato allo scorso Festival di Cannes e che sbarcherà nelle sale giovedì. Pitt, che ha già collaborato con Andrew Dominik ne “L’assassinio di Jesse James”, interpreta il ruolo di un sicario che, come recita il titolo, uccide dolcemente. Come in “Fightclub”, Pitt veste i panni del duro senza scrupoli che, in una New York sporca e violenta, viene ingaggiato dalla Mafia per scovare i responsabili di un furto milionario durante una bisca clandestina, organizzata dalla malavita locale. Ma non è tutto, Pitt è anche impegnato nella lotta all’abuso di droghe, di cui faceva uso negli anni ’90. Durante la proiezione a Los Angeles del documentario “The house I live in”, Pitt ha criticato duramente la politica anti-stupefacenti messa in campo dai vari governi. “Non faccio più uso di droghe, ma se volessi potrei trovarne qualsiasi tipo in qualsiasi città americana in meno di 24 ore”, ha detto l’attore definendo la lotta agli stupefacenti “un terribile fallimento”.

(Federica Ghizzardi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori