CELENTANO/ Milano con Pisapia? Uguale a quella della Moratti. La polemica

- La Redazione

Parlando con alcuni giornalisti, Adriano Celentano ha detto che Milano con Pisapia è uguale a quella con la Moratti. Per questo è necessario cambiarla, ha aggiunto

celentano_R400
Foto Infophoto

Adriano Celentano contro Pisapia? E’ l’impressione che si ricava dalla dichiarazione che il famoso cantante ha rilasciato ieri. Certo, Adriano Celetano da sempre ci ha abituati al suo essere contro, a far scattare la polemica e la critica, ma sembrava che dopo certe sue dichiarazioni di stampo politico, la “nuova” Milano arancione del sindaco Giuliano Pisapia potesse essere di suo gradimento. Invece no. Milano con Giuliano Pisapia è uguale alla città amministrata da Letizia Moratti ha detto. Il che non è certo un complimento vista la sua avversione dichiarata per la precedente giunta. Celentano infatti aveva aspramente criticato più volte la costruzione die nuovi grattacieli cominciata appunto ai tempi dlela giunta capitanata da Letizia Moratti. Una Milano che va cambiata ha aggiunto il molleggiato. Adriano Celentano è stato interrogato da alcuni giornalisti ieri a Palazzo Reale dove si teneva una esibizione dei due famosi musicisti jazz Enrico Intra e Franco Cerri in occasione dell’inaugurazione della mostra di pittura del suo amico Dario Fo. Celentano era in compagnia di un altro vecchio amico, Enzo Jannacci. Quando gli è stato chiesto se la Milano di adesso è diversa da quella guidata dalla Moratti, il cantante ha risposto: “E’ uguale, dobbiamo cambiarla”. Nonostante questo giudizio negativo, Celentano ha annunciato un prossimo evento a sorpresa proprio a Milano a cui sta lavorando insieme all’assessore Stefano Boeri. Nessun commento su che tipo di evento sarà. Celentano intanto proprio ieri era stato chiamato in causa da un altro sindaco, quello di Roma, a proposito dei soldi che aveva promesso sarebbero stati dati in beneficenza a diverse città tra cui appunto Roma. Si tratta del cachet percepito per la sua partecipazione al festival di Sanremo che appunto Celentano aveva detto di voler dare completamente in beneficenza. Una somma notevole quella percepita dalla Rai che aveva proclamato non piche polemiche. Per questo il cantante aveva detto di darla in beneficenza a persone in difficoltà. Aveva poi scelto direttamente le città a cui devolvere la somma.

Alemanno ha lamentato che di quei soldi promessi non si è ancora visto nulla. Ha replicato immediatamente Celentano dicendo che sta per fare i bonifici opportuni, ma ha ricordato che qui soldi devono andare direttamente a persone in difficoltà senza passare da alcun amministratore comunale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori