INCIDENTE METROPOLITANA/ Milano: fermata Gioia linea verde, evitato tamponamento fra due treni. Ci sono feriti

- La Redazione

Evitato un tamponeamento fra due convogli della linea verde della metropolitana milanese nella stazione di Gioia. Ci sono diversi feriti tra cui uno dei due macchinisti

metropolitana-roma-atac
Immagine di archivio

Tamponamento sfiorato fra due treni della metropolitana milanese, linea verde – Stazione di Gioia sulla centralissima linea che collega la periferia milanese con il centro di Milano. Alla fermata di Gioia, corrispondente a via Melchiorre Gioia in pieno centro direzionale, davanti ai palazzi del Comune e della Regione, si è rischiato un grave incidente. Due convogli, non si sa ancora per quale motivo, hanno rischiato il tamponamento. Per evitarlo, il conducente del convoglio che veniva dietro ha azionato di colpo i freni provocando ovviamente una brusca e improvvisa frenata che ha scaraventato a terra i molti passeggeri in quella che è l’ora di punta per chi si reca al lavoro. Le persone coinvolte con maggiori danni sarebbero circa una decina. Sul posto massimo dispiegamento di mezzi di soccorso, ben quindici ambulanze sono state immediatamente mandate in soccorso. E’ scattato anche il coordinamento per le maxi emergenze. Il traffico sulla linea gialla è al momento ovviamente sospeso. Secondo le notizie che continuano a giungere in fase di aggiornamento, sarebbe rimasto ferito anche il macchinista del convoglio che con la sua frenata ha evitato il tamponamento. Altre fonti parlano invece di sole tre persone ferite, anche se non si sa in quali condizioni siano. Certamente un tamponamento tra due convogli uno fermo in stazione e l’altro che sopraggiunge, avrebbe provocato un incidente gravissimo le cui conseguenze sono facilmente immaginabili. Fortunatamente così non è stato grazie alla prontezza del macchinista che ha azionato il dispositivo di fermata. Resta da chiarire come mai si sia verificata una situazione talmente pericolosa: se non abbiano funzionato cioè i controlli automatici che segnalano la presenza di un treno fermo in stazione, ma anche in tal caso è da domandarsi come vengano regolati gli spazi temporali tra un convoglio e l’altro nella metropolitana milanese. Il fatto che due treni si siano trovati a così poca distanza uno dall’altro fa sorgere molte domande sulla regolamentazione dei tempi di viaggio. Secondo le ultimissime notizie provenienti dala zona dell’incidente, smebra invece che la causa di tutto sia stato un malore accusato da uno dei due conducenti.

Quanto tempo cioè minimo sia previsto per il passaggio di un convoglio e il successivo. dalla dinamica dell’incidente sembra infatti di capire che tale regolamentazione sia del tutto casuale. Oppure come detto si erano rotti i dispositivi di controllo e segnalazione automatici e meccanici.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori