EXPO SCUOLAMBIENTE/ Bergamo, si chiude con un grande successo anche la ventesima edizione

Si è conclusa con un grande successo la 20esima edizione della manifestazione Expo Scuolambiente, che si è svolta dal 23 al 26 maggio presso il museo civico di Scienze Naturali di Bergamo

06.06.2013 - La Redazione
parco-natura-cane-lago
foto: Infophoto

Dopo la conclusione della manifestazione Expo Scuolambiente, che si è svolta dal 23 al 26 maggio presso il museo civico di Scienze Naturali di Bergamo, Fondazione Lombardia per l’Ambiente (FLA) tira le somme e descrive un grande successo. Proprio ieri, infatti, una delle scuole vincitrici del premio letterario Raccontami che aria tira, organizzata da Regione Lombardia in collaborazione con FLA, ha usufruito del premio messo in palio, cioè una visita guidata ai Boschi dell’Astino e dell’Allegrezza all’interno del Parco dei Colli di Bergamo. Expo Scuolambiente, giunta alla ventesima edizione, è tornata ovviamente a mettere al centro dell’attenzione l’aria, divenuta protagonista di attività e laboratori curati direttamente dalla Fondazione e del concorso letterario. Il direttore di Fondazione Lombardia per l’Ambiente, Fabrizio Piccarolo, ha così commentato i risultati della ventesima edizione: “Un festival sui temi dell’ambiente è stato nuovamente ospitato dalla città di Bergamo, che ringraziamo per l’entusiasmo e la disponibilità con cui ha da subito accolto la manifestazione. Ben 25 classi provenienti dal territorio di Bergamo e di Brescia hanno partecipato all’iniziativa, ragazzi e insegnanti insieme, ma non solo. Sulla scia dell’esperienza positiva di giovedì e venerdì, nel corso del weekend anche le famiglie hanno visitato Expo Scuolambiente per vedere la mostra Uno sguardo sull’aria e partecipare ai laboratori didattici, oltre all’emozionante caccia al tesoro tra i corridoi del museo. Fondazione Lombardia per l’Ambiente ha poi avuto il piacere di offrire alcuni premi del concorso letterario Raccontami che aria tira: alle penne più meritevoli abbiamo pensato di regalare delle visite ai siti naturalistici seguiti dalla Fondazione e all’ecocentro di Belgioioso. Abbiamo avuto ancora una volta la conferma che la proposta di questo tipo di iniziative, se curate bene e realizzate con la collaborazione e la passione dei soggetti che operano sul territorio, sono una possibilità straordinaria di conoscenza e di esperienza sui temi ambientali per tutti, in particolare per i bambini e i ragazzi, e i risultati sono estremamente positivi”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori