BRACCIALETTI CANCEROGENI/ Milano, sequestrati venti milioni di elastici tossici

- La Redazione

Sono stati sequestrati dai vigili urbani di Milano 20 milioni di braccialetti per bambini: erano cancerogeni. Tre le donne cinesi denunciate e che dovranno pagare una multa di 40mila euro.

scuola_bambini_cinesiR439
foto:Infophoto

La polizia locale di Milano ha sequestrato 20 milioni di elastici che venivano utilizzati dai bambini per fare i braccialetti fai-da-te che venivano venduti illegalmente e denunciato tre donne cinesi titolari di alcuni negozi per la vendita all’ingrosso di via Giordano Bruno. Gli elastici, del valore sul mercato di 3 milioni di euro, erano venduti in bustine con piccoli telai per confezionare braccialetti e collanine, si trattava insomma della copia dei braccialetti della ditta americana “Rainbow Loom”. Le confezioni, prive del marchio CE e senza le indicazioni sulla composizione del materiale, venivano vendute a 80 centesimi, mentre il valore degli originali è di 4 euro. Dagli accertamenti è emerso che questi elastici contenevano percentuali di ftalati (cancerogeni). In pratica venivano importato il materiale illegalmente dalla Cina da una società produttrice e distributrice che li assemblava e li rivendeva al dettaglio. Gli elastici sono stati sequestrati in cinque depositi in via Giordano Bruno e le donne titolari hanno ricevuto sanzioni per circa 40mila euro. È stata segnalata l’attività illecita anche all’Agenzia delle Dogane e all’Agenzia dell’Entrate. (Serena Marotta)  



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori