CANI & GATTI / Adottarne uno? Arriva l’App del Comune

- La Redazione

È attiva dal 18 agosto la web-app “Adottami” del Comune di Milano. La app è dedicata alle persone che cercano un cane o un gattoda adottaretra gli ospiti del Parco Canile

cane_pastore_tedesco_phixr
Immagine di archivio

È attiva dal 18 agosto la web-app “Adottami” del Comune di Milano. La app è dedicata alle persone che cercano un cane o un gatto da adottare tra i tanti ospiti a quattro zampe del Parco Canile del Comune. Basta consultare dal proprio computer o dal tablet o dal telefonino il sito: http://adottami.garanteanimali.it e sul sito del Comune www.comune.milano.it, dove sono inserite le schede con la foto e una breve descrizione sulla provenienza, l’età, la taglia e la specie e la storia di ciascun cucciolo. Sul sito è presente inoltre una sezione con le info su animali persi e ritrovati e un’altra dedicata al Garante. Nel canile ci sono oltre al personale, cento volontari che si alternano tutto l’anno per accudire gli animali. «Agosto è da sempre il mese più critico per quanto riguarda i cani e i gatti, perché è il periodo in cui aumentano gli abbandoni. Il nostro obiettivo, invece, è quello di avere un canile vuoto durante l’estate e una città sempre più accogliente anche per gli animali. Per questo abbiamo già tolto i divieti di ingresso nei luoghi comunali, in modo da rendere Milano una città più aperta agli amici a quattro zampe. Ma, allo stesso tempo, chiediamo una maggiore responsabilità proprio ai proprietari e offriamo più servizi per agevolare le adozioni», ha spiegato Chiara Bisconti, assessore al Benessere, Qualità della vita, Sport e Tempo libero, Tutela degli animali, che ha aggiunto: «La qualità della vita di una città si misura dal benessere di tutti i suoi abitanti, animali compresi. Un grazie particolare quindi a quei cittadini che, con grande sensibilità, anche in questi giorni di estate si recano al Parco Canile per trovare un nuovo amico, per avere in casa un altro ‘familiare’, sia che si tratti di un cane o di un gatto e a tutti i volontari che per tutto l’anno donano il loro tempo per la cura di questi amici a quattro zampe». Dal Comune raccomandano di dotare il proprio animale del microchip perché in caso di smarrimento è molto più facile ritrovarlo. (Serena Marotta)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori