PIAZZA SCALA/ Milano, al via il progetto di riqualificazione: ecco come cambierà

- La Redazione

Al via il progetto di riqualificazione del distretto scala, a Milano. Via dunque le moto dalla piazza per restituirla ai pedoni. E in piazza verrà collocata la statua di Giulio Ricordi

palazzo-marino-comune-milano
Palazzo Marino a Milano (Infophoto)

Al via il progetto di riqualificazione di piazza Scala a Milano. Via le moto dalla piazza per restituirla ai pedoni. E verrà anche collocata la statua di Giulio Ricordi, dimenticata a lungo all’angolo di via Salamone e via Dione Cassio, in un orto abusivo. Il progetto è allo studio della Soprintendenza e del Consiglio di Zona 1. Si tratta, spiega l’assessore ai Lavori pubblici Carmela Rozza dalle colonne del Corriere della Sera, “di un intervento di piccola manutenzione, una sistemazione straordinaria, che non pregiudica un eventuale futuro progetto di riprogettazione dell’intera piazza Scala ma al contempo ci permette di fare ordine. Nello stato attuale largo Ghiringhelli è impresentabile”. In più vanno sistemati gli accessi ai pedoni e ai disabili “perché la pavimentazione in masselli non è tra le più idonee”, impedire la sosta selvaggia dei motocicli e sistemare lo spazio con arte, panchine e divieti. L’intervento di piazza Scala rientra in un pacchetto di lavori da 3 milioni e mezzo di euro, che includono la riqualificazione dell’area di Porta Venezia, e la valorizzazione di piazza Missori, definita da molti “un non luogo”. Il più antico edificio sulla piazza è Palazzo Marino, che è stato completato nel 1563. Mentre l’attuale sistemazione risale al 1991, quando fu realizzata la nuova pavimentazione. Davanti alle Gallerie d’Italia, sede del museo, si provvederà ad allargare il marciapiede pedonale e sarà realizzata una nuova pavimentazione con lastre di granito bianco di Montorfano. Infine sarà collocata la statua di Giulio Ricordi, scolpita da Luigi Secchi nel 1922. (Serena Marotta)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori