Salone del Mobile 2019/ Il trionfo del Made in Italy, presente il Premier Conte

- Matteo Fantozzi

Tra il 9 e il 14 aprile si svolgerà il Salone del Mobile 2019 a Milano. Un evento che si muove tra business, tecnologia e cultura con il mondo del design pronto

aumento iva conte
Giuseppe Conte (Lapresse)

Tra il 9 e il 14 aprile si svolgerà il Salone del Mobile 2019 a Milano. Un evento che si muove tra business, tecnologia e cultura con il mondo del design pronto però a prendersi un ruolo da protagonista. Si tratta di un appuntamento internazionale per il quale da tutto il mondo arrivano utenti, pronti a vivere emozioni e spettacolo. Il Salone del Mobile si svolgerà nei padiglioni della Fiera a Rho, ma anche con oltre cento appuntamenti sparsi per tutta la città meneghina. Va ricordato che si tratta dell’edizione numero 58 e che è la più grande manifestazione dedicata all’arredamento di tutto il mondo. Sono due le sostanziali novità che rappresenteranno l’edizione di quest’anno. La prima si chiama Workplace 3.0 ed è una modalità espositiva rinnovata, in grado di rappresentare un’evoluzione dell’ambiente lavorativo. Ci sarà poi S.Project, uno spazio interamente dedicato al design e alla decorazione.

Salone del Mobile 2019: Il trionfo del Made in Italy, presente il Premier Conte

Cresce l’attesa per il Salone del Mobile 2019 che ci presenterà anche tantissimi ospiti. Ansa parla addirittura di più di 350mila personaggi legati al mondo del design da ben 184 paesi. si parla di 2350 aziende espositrici, di cui il 34% non italiane. Il Salone è stato inaugurato da Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio. Tra gli altri ad accompagnarlo c’erano Matteo Salvini, Ministro dell’Interno, Antonio Tajani, Presidente del Parlamento Europeo, e infine Vincenzo Boccia, Presidente di Confindustria. Il presidente del Salone Claudio Luti ha specificato: “In questo momento particolarmente di successo per Milano, presentando la manifestazione è importante consolidare la capacità attrattiva che offre ai suoi visitatori non solo un’ampia offerta di prodotti ma di occasioni per relazioni internazionali”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA