“Mio figlio suicida per mancanza di ses*o”/ India, suocera fa arrestare la nuora e…

- Raffaele Graziano Flore

“Mio figlio è morto suicida per mancanza di ses*o”: in India una suocera denuncia e fa arrestare la nuora 32enne, su cui ora pende l’accusa di istigazione al suicidio del marito

Polizia indiana
Polizia indiana (Web, 2020)

Ennesimo caso di suicidio in India, Paese in cui continuano a essere drammatiche le statistiche in tal proposito dato che la media è superiore a quella del resto del mondo e senza dimenticare le drammatiche condizioni di inferiorità in cui vivono milioni di donne. Sono queste le due ‘coordinate’ da tener presenti a proposito della storia che arriva dal Paese asiatico e che ha portato a finire in manette una donna di Ahmedabad, capoluogo dell’omonimo distretto che si trova nello Stato occidentale del Gujarat. Secondo quanto si apprende, una mamma ha denunciato la morte del figlio che si sarebbe tolto la vita “per mancanza di sesso” e determinando così all’arresto della propria nuora che al momento vede pendere sulla sua testa l’accusa di istigazione al suicidio. Ma andiamo con ordine: tutto è partito con la denuncia della signora Muli Parmar che, secondo il “Times of India”, ha scoperto infatti non solo che il figlio e la nuora dormivano oramai in letti separati ma anche che i due non avevano più da tempo rapporti sessuali dato che la donna avrebbe pronunciato un giuramento per il quale non le sarebbe più toccato dormire con l’odiato consorte.

INDIA, ARRESTATA PER ISTIGAZIONE AL SUICIDIO: “NEGAVA RAPPORTI SESSUALI AL MARITO E…”

Secondo la madre del ragazzo, infatti, la responsabilità del suicidio sarebbe da imputare tutta a Geeta Parmar, la nuora che si sarebbe negata più volte a lui portando così all’esasperazione Surendrasinh -questo il nome del marito- e provocando inoltre in lui uno stress mentale talmente profondo da indurlo addirittura al drammatico gesto. E a sorpresa la polizia indiana, una volta raccolta la denuncia e altri elementi relativi alla vicenda, ha provveduto subito amettere in stato di fermo la 32enne moglie di Surendrasinh: a margine dell’accaduto, i media del Paese hanno fornito ulteriori dettagli spiegando che il tormentato matrimonio tra i due era durato nemmeno due anni tra litigi e quel “patto” coniugale per cui non avrebbero dovuto più avere rapporti; la stessa nuora nell’ultimo periodo era tornata a vivere con i genitori mentre il marito cadeva in depressione fino alla scelta di togliersi la vita impiccandosi a un ventilatore della propria abitazione lo scorso 27 luglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA