Mkhitaryan alla Roma: colpo a sorpresa dall’Arsenal/ Dove giocherà il 30enne armeno

- Niccolò Magnani

Henrikh Mkhitaryan alla Roma: super colpo di Petrachi last minute assieme a Kalinic. Prestito dall’Arsenal, ecco dove giocherà il 30enne armeno

Henrikh Mkhitaryan alla Roma
Henrikh Mkhitaryan alla Roma (Foto Twitter As.Roma)

Colpo a sorpresa della Roma che occupa la mattonella lasciata “libera” dall’infortunio di Perotti e dall’addio di El Shaarawy: preso dall’Arsenal Henrikh Mkhitaryan, fantasista/esterno 30enne di origine armena tra i top solo qualche anno fa al Borussia e ultimamente chiuso dalla forte concorrenza nei Gunners a Londra. Il colpo last minute col quale la Roma chiude così il calciomercato estivo è già arrivato in mattinata a Roma per le visite mediche a Villa Stuart. Dopo l’ok, via in sede giallorossa per firmare il contratto e iniziare così subito l’avventura romana dell’ex uomo assist della Bundesliga, non molto tempo fa conteso da tutte le big d’Europa. «Sono molto felice di essere qui», sono le primissime parole di Mkhitaryan, chiamato da Fonseca per dare quella forza e qualità tipicamente internazionale nella casella “scoperta” della Roma, ovvero l’esterno alto di sinistra. Tra l’altro appena dopo la firma del contratto – prestito con diritto di riscatto legato a 25 presenza in maglia giallorossa – l’ex fantasista dell’Arsenal volerà con la sua Armenia per preparare la sfida, guarda il caso, contro l’Italia dei suoi nuovi compagni Cristante, Zaniolo, Pellegrini e Florenzi.

MKHITARYAN ALLA ROMA: ECCO DOVE GIOCHERÀ

Accoglienza molto calda dei tifosi che nel giro di due giorni si ritrovano un attacco rivoluzionato: ieri sera l’arrivo di Kalinic come vice Dzeko (Schick sempre più vicino all’addio), ora Henrikh Mkhitaryan chiamato a non far rimpiangere Perotti sull’out di sinistra con caratteristiche che solo sulla carta possono essere viste come simili. Destro che rientra volentieri verso il centro per la conclusione, nella filosofia degli esterni “a piedi invertiti” di Fonseca l’armeno dovrebbe integrarsi perfettamente: a differenza di Perotti e del Faraone però, Mkhitaryan garantisce maggior possesso di palla e cambi di gioco improvvisi. Non ha un grandissimo senso del gol ma potrebbe risultare alquanto interessante l’interscambiabilità all’interno della stessa partita con Zaniolo: svariando su tutto il fronte d’attacco, il baby fenomeno della Roma potrebbe anche allargarsi sull’out sinistro permettendo all’ex Arsenal di convergere al centro per dettare l’ultimo passaggio per Under o Dzeko. Un attacco potenzialmente letale quello giallorosso mentre la difesa, con l’arrivo di Smalling, dovrà settarsi al meglio per non subire troppe ripartenze come visto in questo inizio-scorcio di stagione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA