MODRIC AL MILAN?/ Giampaolo sogna, Ruiu scettico: “Ipotesi non sta in piedi”

- Fabio Belli

Modric al Milan, ecco come potrebbe essere la formula per convincere il Real Madrid: contatti con l’agente, l’affare è però assai complicato. Le ultime notizie

Modric Real Madrid Betis lapresse 2019
Diretta Real Madrid Betis, Liga 38^ giornata (Foto LaPresse)

Luka Modric al Milan, si intensificano le voci sull’interesse dei rossoneri per il Pallone d’Oro in forza al Real Madrid. Le parole del biografo del croato che hanno fatto sognare la tifoseria del Diavolo, con Paolo Maldini e Zvonimir Boban che sono intenzionati a fare un super regalo al tecnico Marco Giampaolo. Il lauto ingaggio percepito a Madrid dal calciatore complica l’affare, ma Elliott potrebbe decidere di fare un sacrificio per tentare il salto di qualità. Intervenuto a Numero Diez, il giornalista Cristiano Ruiu si dice scettico sull’ipotesi: «E’ una cosa che non sta in piedi. Il discorso non è quello della competizione, perché ricordo che il Milan nel 2008 – senza giocare la Champions – prese Ronaldinho, e gli diede 11 milioni a stagione. Il problema è economico: a Modric puoi garantire il tipo di contratto che vuole? No. Quindi Modric non viene al Milan, semplice». Sui social però i tifosi ci credono: parola al mercato… (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

MODRIC-MILAN? DIRIGENZA BLOCCA BENNECER

Boban e Maldini hanno intanto bloccato Bennacer che a questo punto sarà quasi sicuramente un nuovo giocatore rossonero nelle prossime giornate, non appena tornerà dopo la finale della Coppa d’Africa della sua Algeria contro il Senegal. Il sogno è ovviamente portare Modric al Milan, ma la dirigenza rossonera non vuole “illudere” i tifosi: la trattativa, sulle cifre attuali resta impossibile. Come però abbiano raccontato in questa giornata di assoluto “sogno” per il tifoso medio milanista, i contatti con l’agente di Luka Modric e la necessità del Real di fare “rivoluzione” nel proprio centrocampo potrebbero aprire scenari interessanti nelle prossime settimane. Giampaolo intanto dovrà lavorare con il materiale che ha ed è per questo che sta provando a spostare Suso dietro le punte (Piatek e André Silva), con Calha in mezz’ala in attesa del ritorno di Paquetà e Bonaventura. Krunic dovrebbe partire dalla panchina mentre Bennacer potrebbe andare a svolgere il ruolo di regista titolare laddove il Milan non riuscisse a piazzare il colpo finora sempre sfuggito (Sensi, Veretout e Ceballos). Chiaro è che se da Madrid la partita si “sbloccherà”, tutto andrà ridisegnato e ridimensionato: Modric sarebbe il perno attorno a cui far ruotare l’intero centrocampo rossonero. Quell’estro e quella tecnica che a San Siro, lato Milan, manca purtroppo dall’addio di Andrea Pirlo..

REAL NON CEDE MA MODRIC RILANCIA..

Dall’entourage di Luka Modric sembra raffreddarsi la pista che lo vedrebbe in possibile partenza verso il Milan: sia Marca che As, quotidiani vicini al Real Madrid, non vedono come molto probabile la trattativa con Maldini e Boban. I motivi sono tanti: il FFP che inguaia il Milan, l’ingaggio altissimo per le casse del fondo Elliott e infine la volontà di rivalsa del Pallone d’Oro di cancellare la pessima stagione passata e riportare con Zidane e Hazard la Champions in casa merengues. Di vero però restano i contatti frequenti tra l’agente di Modric, Maldini e Boban con incontri fino a ieri a CasaMilan: «Modric ha ascoltato l’offerta che gli è arrivata dal Milan. Non mi sorprende», spiega il popolare cronista di As, Manolete. Secondo i colleghi di Sky Sport24 l’idea del Milan sarebbe molto semplice: se il Real dovesse lasciar andare via il croato facendo un prezzo normale per dar via alla rivoluzione post-crisi dello scorso anno e se il giocatore gradisse il Milan, «magari il club rossonero potrebbe pensare davvero di impostare una trattativa». (agg. di Niccolò Magnani)

DYBALA E LUKA: MILAN SOGNA?

Giampaolo, i tifosi e tutto l’entourage del Milan “sognano”: ieri Paulo Dybala come possibile contatto per un arrivo clamoroso a Casa Milan, oggi Luka Modric. È bene dirlo subito, si tratta di “sogni” perché sul fronte del costo dell’ingaggio i problemi sono quasi insormontabili: però i contatti con Boban e Maldini ci sono stati e sono tutt’ora in corso, tanto con la Juve quanto con il Real Madrid e i rispettivi agenti. Con Neymar che di fatto si è “proposto” alla Juventus dopo le frizioni sul suo ritorno al Barcellona, il n.10 bianconero è in cerca di un futuro e una squadra in cui possa essere leader e giocare sempre; di contro, il capitano del Real Madrid al Milan verrebbe per il fascino della sfida, ma è difficile che il Pallone d’Oro in carica rinunci alla Champions e forse ad uno stipendio ora giunto alla cifra monstre di 12,5 milioni di euro. Ma i sogni non costano e i tentativi effettivi di Boban sono lì a dimostrarlo: dopo il tweet dell’amico di Modric le possibilità sono certamente cresciute e dunque perché non ipotizzare per il prossimo anno un Milan fondato su tecnica e palleggio, con Calhanoglu che giocoforza dovrebbe cedere la sua n.10 a uno dei due possibili (anche se difficili) “arrivanti”… (agg. di Niccolò Magnani)

IL TWEET DEL BIOGRAFO DI MODRIC “SI PUÒ FARE”

Non sarà facile, ma il Milan ha qualche possibilità: secondo Vicente Azpitarte, giornalista spagnolo, amico e biografo di Luka Modric, l’affare e trasferimento a Milano sponda rossonera è qualcosa di concreto e realizzabile. Il doppio post lanciato su Twitter – con tanto di immagine di Modric con sotto la camiseta blanca i colori del Milan – accende di nuovo i sogni dei tifosi abbacchiati nelle ultime ore dall’ennesimo colpo mancato Dani Ceballos (dato in dirittura d’arrivo, in prestito, all’Arsenal). Il n.10 delle Merengues potrebbe infatti accertare di cambiare maglia dopo che il Real Madrid dovrà per forza di cose rinnovare il centrocampo (un po’ per l’età, un po’ per l’addio di Ceballos): ecco che allora il giornalista iberico lancia la possibilità «sarà un’estate interessante», scrive in un primo tweet. Poi l’affondo: «Non è un’operazione facile, ma dopo la partenza di Ceballos, il Real Madrid potrebbe fare due acquisti a centrocampo: Pogba, Eriksen o Van de Beek. Il Milan non attraversa un grande momento economico, ma un trasferimento con opzione di acquisto per la prossima estate è fattibile». Prestito con diritto/obbligo di riscatto sarebbe la strada secondo Azpitarte: il Milan sogna e Maldini-Boban provano l’affondo laddove finora non sono riusciti con i vari Sensi e Ceballos. Sarà difficile, ma questa volta Modric al Milan non è una “boutade” di calciomercato. (agg. di Niccolò Magnani)

BERGOMI “MODRIC? SAREBBE PERFETTO PER IL MILAN”

Un incontro, un sondaggio, un vis-a-vis preliminare quello del Milan per Luka Modric. Chissà se potrà nascere una trattativa o meno nei prossimi giorni; l’operazione risulta complessa, anche se è vero che il Real Madrid sembrerebbe “smantellare” le vecchie star del recente passato, ma l’ingaggio elevato del nazionale croato (12.5 milioni bonus compresi) e il possibile costo del cartellino, fanno per ora storcere il naso agli addetti ai lavori. La cosa certa è che l’eventuale sbarco di Modric a Milanello sarebbe un’operazione decisamente positiva per il Diavolo, come sottolineato dall’ex capitano dell’Inter, storico commentatore di Sky, Beppe Bergomi: “Se ha un dirigente come Boban e un allenatore come Giampaolo, parleremo sempre di giocatori di qualità perché loro vogliono questo tipo di giocatore. Pensare di prendere uno come Modric è nell’idea sia dell’allenatore che del club, e non mi sorprende questo. Sarebbe perfetto in un centrocampo del Milan e con le idee di questa società”. Così invece Roberto Perrone, giornalista e scrittore, che sempre ai microfoni di Sky ha ammesso: “La proprietà del Milan guarda molto al bilancio, e pensa a investimenti mirati, però nel calcio ad un certo punto c’è bisogno anche di qualcosa che scompagini la realtà, sarebbe un grande colpo e la dimostrazione che il nostro campionato negli ultimi due anni è salito di livello. I campioni ora vogliono venire in Italia”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

MODRIC AL MILAN, TRA SOGNI E REALTÀ

Una voce clamorosa ha iniziato a circolare per quanto riguarda il calciomercato del Milan: Luka Modric, l’ultimo Pallone d’Oro, campione d’Europa nel 2018 col Real Madrid e vicecampione del mondo con la Croazia nello stesso anno, potrebbe passare in rossonero. Una pista che si apre a sorpresa, considerando che secondo quanto fatto trapelare, Elliot e Gazidis hanno fissato per questa sessione estiva di mercato a 25 milioni di euro il limite massimo di investimento da parte del Milan per il cartellino di un giocatore. Ma il rapporto tra Modric e il Real Madrid scricchiola da tempo e già l’anno scorso il calciatore era stato segnalato come molto vicino a un possibile passaggio all’Inter. Un tira e molla che aveva irritato non poco il presidente del Real Madrid, Florentino Perez, e che ha portato poi al rinnovo del contratto col giocatore. Ma ora la situazione potrebbe prendere sviluppi imprevedibili a tinte rossonere.

PER MODRIC CONTA L’AMICIZIA CON BOBAN

La trattativa che potrebbe portare Luka Modric al Milan appare difficile ma non impossibile: l’idea nasce da un incontro avvenuto nella giornata di martedì a Casa Milan tra l’agente serbo del calciatore croato, Vlado Lemic, e la dirigenza rossonera che può vantare una carta importante da giocare in un eventuale dialogo professionale con Modric. Il croato è infatti legato da una solida amicizia con il connazionale Zvonimir Boban, entrato proprio da poche settimane a far parte della dirigenza del Milan e pronto a giocarsi le carte giuste per convincere il vicecampione del mondo a tentare l’avventura in Italia. Il problema sono i costi e l’ingaggio, che si sta rivelando una zavorra per il Real Madrid stesso: che per un calciatore di 33 anni non sarebbe più disposto a spendere, fino al 2021, dodici milioni e mezzo di euro l’anno. Se Modric accettasse di ridiscutere l’accordo, le porte del Milan potrebbero aprirsi visto che Perez, per alleggerirsi dell’ingaggio, sarebbe disposto a non chiedere la luna per il cartellino, manifestando ben altra disponibilità di quella avuta con l’Inter lo scorso anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA