Moise Kean/ Il fratello: “Ceduto dalla Juventus per colpa di Sarri”

- Matteo Fantozzi

Moise Kean, il fratello del centravanti parla del suo passato alla Juventus e incolpa Maurizio Sarri per la cessione arrivata a sorpresa. Dopo il gol al Barcellona si torna a parlare di lui.

Kean Juventus
Moise Kean ai tempi della Juventus (Foto LaPresse)

Con una Juventus che non segna più si torna a parlare di Moise Kean. I bianconeri stanno facendo fatica là davanti, anche per un non straordinario Cristiano Ronaldo, mentre l’attaccante al Paris Saint German fa faville e segna in Champions League contro il Barcellona nella notte di Mbappè. Il classe 1990 fu ceduto dalla Juventus nell’estate 2019 dopo una grande stagione in bianconero e per la sorpresa dei tifosi della Vecchia Signora che lo adoravano. A raccontare il perché è ora, dopo due anni, il fratello Giovanni attaccante del Termoli a La Gazzetta dello Sport: “La Juve non lo avrebbe mai lasciato partire, non è stato per i soldi. Credo che sia stata una scelta di Sarri che era appena arrivato. Fosse rimasto Allegri non lo avrebbero mai ceduto”.

Moise Kean, il fratello fa sognare i tifosi della Juventus

Il fratello di Moise Kean fa sognare i tifosi della Juventus, aggiungendo: “Ci starebbe benissimo in questa Juventus, parliamo di uno dei migliori club d’Europa. Ci sarebbe tanta concorrenza con Paulo Dybala, Cristiano Ronaldo e Alvaro Morata. Le stelle però ci sono anche al Paris Saint German dove c’è Mauro Icardi che è uno dei più forti ma ha giocato meno di lui. Se sei forte giochi ovunque”. E chissà che a Torino non ci stiano già pensando per la prossima stagione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA