Mondiali di calcio femminile 2019/ Il Brasile per spezzare il tabù: la stella è Marta

- Claudio Franceschini

Mondiali di calcio femminile 2019: guidato da Marta, il Brasile affronta un torneo che non ha mai vinto (una finale e una semifinale). Marta ancora la stella, il girone è quello dell’Ita

Ai Mondiali di calcio femminile 2019, che ormai sono imminenti, ci sarà anche il Brasile: una nazionale da tenere d’occhio quella verdeoro, in particolare il 18 giugno quando a Valenciennes incrocerà l’Italia. Stiamo infatti parlando del gruppo C nel quale gioca la nostra nazionale: il Brasile aprirà le danze contro la Giamaica (9 giugno) per poi sfidare l’Australia e chiudere appunto contro le azzurre. Naturalmente la Seleçao è largamente favorita per vincere il girone: se dovesse confermare il pronostico, agli ottavi giocherebbe contro una delle migliori terze che potrebbe essere Corea del Sud, Cina o Cile almeno secondo le previsioni. Quello del Brasile è uno strano caso: considerata una delle nazionali che guidano il movimento del calcio femminile, non ha mai vinto il Mondiale e solo una volta ha raggiunto la finale (nel 2007) perdendola contro la Germania, con due partecipazioni totali in semifinale. Potremmo fare un paragone con l’Inghilterra maschile, almeno sulla carta; certo è che dalla Seleçao aspettiamo sempre grandi cose, e certamente è brasiliana una delle giocatrici più forti della storia, quella Marta Vieira da Silva che ha vinto per cinque anni consecutivi il Fifa World Player tornando a festeggiare nel 2018, a quasi 33 anni. Anche lei sarà presente ai Mondiali di calcio femminile 2019: sarà la sua quinta edizione, un motivo in più per seguire questa nazionale.

MONDIALI CALCIO FEMMINILE 2019: IL BRASILE

Il Brasile affronta i Mondiali di calcio femminile 2019 con la grande speranza di vincerli, finalmente: quattro anni fa avevano conosciuto una dolorosa eliminazione contro l’Australia, e dunque cercheranno di vendicarsi nella seconda partita del girone qui in Francia. Il Commissario Tecnico è ancora Oswaldo Fumeiro Alvarez, per tutti Vadao: in carriera ha guidato tantissime squadre andando anche in Giappone, era già stato selezionatore tra il 2014 e il 2016 ma con la Seleçao attende ancora di vincere qualcosa. Marta come detto è la stella: oggi gioca negli Orlando Pride ed è dunque compagna di squadra di Alex Morgan, già presentata come prima punta dell’attacco negli Stati Uniti. Al suo fianco però ci sono altre giocatrici interessanti: per esempio Débora Cristiane de Oliveira che tutti chiamano Débinha, capocannoniere del campionato svedese nel 2014 e oro ai Giochi Panamericani quattro anni fa. Ci sarà poi Andressa Alved d Silva, altro attaccante: recentemente ha giocato la finale di Champions League con il Barcellona e anche lei ha partecipato alla spedizione ai Panamericani. Di quel gruppo aveva fatto parte Thaisa Moreno, che conosciamo molto bene: dopo aver giocato negli Sky Blue infatti la centrocampista di 30 anni si è trasferita al Milan (19 presenze e 3 gol). Tra le altre, Tamires Cassia Dias Gomes è stata avversaria delle nostre italiane in Champions League a più riprese: dal 2015 infatti gioca nel Fortuna Hjorring, squadra danese con cui ha vinto due campionati.



© RIPRODUZIONE RISERVATA