Monica Bellucci: “Single? Non è la mia vocazione”/ “La solitudine va bene per poco”

- Davide Giancristofaro Alberti

Monica Bellucci parla con i microfoni del settimanale F, raccontando di non essere “predisposta” ad essere single, aggiungendo: “Si ama una sola volta nella vita? No…”

Monica Bellucci
Monica Bellucci (Ph: Piergiorgio Pirrone - LaPresse)

La solitudine non fa impazzire Monica Bellucci, per lo meno, non a lungo. Lo ha detto chiaramente la stessa attrice, ex star delle passerelle mondiali, intervistata dal settimanale F di Cairo Editore. «La solitudine è bella – racconta la 56enne perugina, in prima pagina – ma deve durare poco. A meno che tu non sia un’asceta». A breve partirà la sua tournee europea estiva a teatro dove interpreterà Maria Callas, e che in autunno arriverà anche in Italia: «Quando si parla della Callas – sottolinea – spesso dicono: “Ma che vita tragica ha avuto”. Io invece dico: “Ma che vita viva!“. È importante anche avere la possibilità di vivere storie difficili».

E anche a Monica Bellucci sono ovviamente capitati dei momenti difficili: «Certo, capita. Ma sono periodi della vita, che corrispondono a momenti precisi. Quello che cercavo a 20 o a 30 anni in una relazione non è quello che cerco a 50». Il giornalista chiede quindi alla Bellucci se si può amare solo una volta nella vita e lei replica schietta: «No. Proprio perché quello che cerchi a 20 anni in un uomo non è quello che cerchi a 60, ci sono ricerche diverse e incontri diversi».

MONICA BELLUCCI, FRA LA SOLITUDINE E IL RUOLO DI MADRINA A LE NOTTI BIANCHE

Bocca cucita sul suo stato amoroso attuale, anche se l’attrice ribadisce il concetto di sopra: «Stare soli va bene per un certo periodo, non per un tempo infinito». E in attesa del tour teatrale, Monica Bellucci è stata scelta come la madrina ufficiale de Le Notti Bianche del cinema, i prossimi 2, 3 e 4 luglio, in tutta Italia, una serie di eventi promozionali in favore appunto del cinema, settore che è stato falcidiato in questo anno a causa del covid.

Fra proiezioni non-stop in tutta la penisola ed eventi di corredo, le sale cinematografiche e lo spettacolo dei film torneranno protagonisti: “Sono felice di supportare le Notti Bianche del Cinema – ha commentato la Bellucci – 48 ore di proiezioni non-stop in tutta Italia per recuperare il tempo perso e riscoprire la bellezza della visione sul grande schermo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA