Montero allenatore Sambenedettese/ L’ex difensore della Juventus torna in Italia

- Claudio Franceschini

Montero allenatore Sambenedettese: l’ex difensore della Juventus (e dell’Atalanta) torna in Italia, sarà il tecnico della squadra marchigiana di Serie C. Firmato un contratto annuale.

Paolo Montero allenamento Juventus lapresse 2019
Paolo Montero, nuovo allenatore della Sambenedettese (Foto LaPresse)

Paolo Montero sarà il nuovo allenatore della Sambenedettese: torna in Europa l’ex difensore uruguaiano che è già stato ufficializzato dalla società marchigiana. Avendo conseguito la qualifica UEFA A lo scorso settembre, può allenare in Serie C – come essere assistente in A o B – in qualunque campionato europeo. Non è un caso che abbia scelto l’Italia, dove ha militato per 13 stagioni; la Sambenedettese, che era allenata da Giuseppe Magi, ha concluso il suo campionato (appunto di Serie C) poche settimane fa perdendo nel primo turno dei playoff contro il Sudtirol. I rossoblu hanno confermato i loro progressi ma vogliono fare il salto di qualità, e si sono affidati ad un tecnico carismatico che nella sua breve esperienza ha già guidato due squadre storiche come Penarol (dove si è affermato come calciatore) e Rosario Central, anche se in entrambi i casi è durato pochissimo si è comunque fatto le ossa. L’obiettivo della Sambenedettese è quello di raggiungere la Serie B: magari per gradi, ma intanto a Montero è stato fatto un contrqtto annuale come a volerne verificare i progressi.

MONTERO ALLENATORE DELLA SAMBENEDETTESE

Paolo Montero torna dunque in Italia, per allenare la Sambenedettese: ci era arrivato per la prima volta nel 1992, acquistato dall’Atalanta. Quattro stagioni con la Dea, poi il passaggio nella Juventus di Marcello Lippi che lo aveva allenato a Bergamo: nei nove anni in bianconero il difensore uruguaiano ha vinto tutto e ha formato con Ciro Ferrara una delle coppie centrali più forti della storia bianconera, adattandosi eventualmente a giocare in una linea a tre con Mark Iuliano e, dal 2001 in avanti, mantenendo la sua posizione con Lilian Thuram spostato spesso a destra. E’ stato un difensore granitico, dal grande temperamento ma anche dalle ottime qualità; in 277 partite con la Juventus ha segnato 6 gol e la sua prima grande partita è stata la Coppa Intercontinentale contro il River Plate. Alessandro Del Piero è risultato miglior giocatore grazie al gol decisivo, lui probabilmente è stato il più determinante. Purtroppo Montero ha anche uno spiacevole primato in Italia: con 16 cartellini rossi è il giocatore più espulso nella storia della Serie A. Ora vedremo come si comporterà sulla panchina della Sambenedettese: da quelle parti hanno già conosciuto un altro allenatore piuttosto focoso come Eziolino Capuano…



© RIPRODUZIONE RISERVATA