Morbo di Alzheimer, malattia padre Alessandra Canale/ “E’ stato un dolore devastante”

- Stella Dibenedetto

Il morbo di Alzheimer era la malattia del padre di Alessandra Canale. L’annunciatrice ha parlato di quel periodo come di “un dolore devastante”.

alessandra canale vita diretta 640x300
Alessandra Canale a La Vita in Diretta

Alessandra Canale, storica annunciatrice Rai, ha vissuto un periodo molto difficile a causa della malattia del padre. Malato di Alzheimer, Alessandra Canale che oggi è ospite della puntata di Storie Italiane, il programma di Raiuno condotto da Eleonora Daniele, ha visto l’uomo spegneri giorno dopo giorno come una candela. A raccontare il calvario vissuto è stata la stessa annunciatrice che, in un’intervista rilasciata nel 2019 a Vieni da me, ai microfoni di Caterina Balivo, ha parlato dell’immenso dolore vissuto nel vedere il padre soffrire senza poterlo aiutare. “E’ stato un dolore devastante perché penso che il morbo di Alzheimer sia una delle malattie più atroci per un essere umano. Vedi questa candela che si spegne giorno dopo giorno e non puoi fare niente”.

Alessandra Canale cambiata dalla malattia del padre

Alessandra Canale era solo una ragazza quando si è ritrovata a dover affrontare insieme al padre una delle malattie più terribili perchè toglie all’ammalato la memoria. Ai microfoni di Vieni da me, nel dicembre 2019, l’annunciatrice raccontava quanto quel dolore e quell’esperienza l’abbiano profondamente cambiata. “All’epoca ero solo una ragazza. Questa cosa mi ha devastato la vita, ma mi ha reso più forte”, spiegava a Caterina Balivo. Un dolore che, ancora oggi, la Canale porta nel cuore anche se con l’amore del figlio e del marito ha ritrovato il sorriso che sfoggia sia in tv che sui social dove condivide i momenti della sua vita. Recentemente, anche Matilde Brandi ha parlato della cudeltà del morbo di Alzheimer, malattia che ha colpito la madre della showgirl e che, esattamente come la Canale, ha spiegato quanto sia difficile affrontare questo genere di malattia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA