Morgan casa sotto sfratto/ “Devo trovare 200mila euro”: domani in tv con la Mazzoli

- Carmine Massimo Balsamo

In programma il 14 giugno, lo sfratto di Morgan è stato posticipato di una settimana per il malore accusato dal cantante: la vicinanza di Jessica Mazzoli.

renato garbo Morgan
Morgan

Pochi giorni per raccogliere 200 mila ed evitare lo sfratto: la situazione di Morgan è particolarmente delicata anche se non mancano notizie positive. La situazione per l’artista è molto difficile e Morgan più di una volta si è sfogato, affermando di essere vittima di una terribile ingiustizia. Domani il cantante tornerà ospite di Barbara d’Urso nella nuova puntata di Live non è la d’Urso. Morgan spiegherà nei dettagli la delicata situazione che sta vivendo ma, in studio, ci sarà anche la sua ex Jessica Mazzoli. L’ex gieffina tornerà dalla d’Urso per dire la sua sull’intera vicenda e proprio poche ore dopo la confessione di Morgan in merito al riavvicinamento con la sua ex. Ci saranno ulteriori colpi di scena in studio? (Aggiornamento di Anna Montesano)

IL RIAVVICINAMENTO A JESSICA MAZZOLI

Sono giorni delicati per Morgan che, dopo il rinvio di venerdì 14 giugno, rischia di essere sfrattato tra tre giorni dalla sua abitazione di Monza. L’artista ha spiegato che deve trovare 200 mila euro e che è al lavoro con amici per cercare di reperire la somma necessaria per riacquistare la sua casa-museo. Grande la vicinanza di colleghi e fan, una vicenda che ha permesso un riavvicinamento con l’ex Jessica Mazzoli e la piccola Lara dopo le tensioni degli scorsi mesi. E’ stato lo stesso Marco Castoldi a rivelare: «Ringrazio tutte le persone che mi hanno appoggiato con serietà e amicizia, alcuni dei quali hanno dedicato questa giornata alla mia causa assentandosi dal loro lavoro e in particolare Jessica che è stata solidale e disponibile con la sua presenza portando anche la piccola Lara che così ha potuto conoscere finalmente la sua casa e trascorrere del tempo con suo papà. Non tutti i mali vengono per nuocere». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

RINVIATO LO SFRATTO DI MORGAN

Morgan a rischio sfratto, pochi giorni per raccogliere 200 mila euro: l’appello del cantante per evitare il pignoramento della sua casa di via Adamello 8 a Monza. Inizialmente previsto per il 14 giugno 2019, lo sfratto è stato posticipato di una settimana a causa di un malore accusato dal cantante: l’ufficiale giudiziario ha accettato di spostare di sette giorni il pignoramento, ora previsto per venerdì 21 giugno 2019, ma la situazione resta delicata per l’ex leader dei Bluvertigo. Intervistato da Libero, Morgan ha lanciato un nuovo appello per evitare il peggio: «In questi sette giorni cercherò di raccogliere, con l’aiuto di tanti miei amici che mi sono accanto, la somma sufficiente a ricomprarmi la mia casa. In queste quattro mura c’è la mia vita e c’è il mio lavoro: questa casa è come un museo, non può essere smantellata».

MORGAN A RISCHIO SFRATTO: “POCHI GIORNI PER TROVARE 200 MILA EURO”

Un momento difficile per l’autore de L’altrove, che può contare sul sostegno di tanti amici e fan che si sono radunati al suo fianco per affrontare questo periodo. Lo sfratto è stato spostato anche grazie alla mediazione del suo avvocato e del giornalista-amico Giovanni Terzi, che hanno trattato con l’ufficiale giudiziario per evitare lo sfratto immediato. Pignoramento legato alla decisione del Tribunale di Monza del 2017 e alle ingiunzioni per il mancato pagamento degli alimenti alle due figlie avute da Asia Argento, ecco le parole di Morgan ai microfoni di Libero: «Ho sette giorni per trovare 200mila euro. Non avevo più modo di pagare gli alimenti alle mie figlie, si è innescata una macchina infernale che mi ha portato a perdere la mia abitazione che io avevo acquistato per 760 mila euro ed è stata svenduta per 250 mila». Un appello per cercare sostegno in una faccenda fragile: l’artista riuscirà a superare gli ostacoli e rimanere nella sua casa di Monza? Attesi aggiornamenti nel corso dei prossimi giorni…

© RIPRODUZIONE RISERVATA