Morgan/ Lite con Bugo a Sanremo: “Ora lui esiste grazie a me!” (Live)

- Silvana Palazzo

Morgan a Live Non è la D’Urso dopo la lite con Bugo al Festival di Sanremo 2020: “Voleva farmi fuori. Ha fatto un attentato e mi sono vendicato”. La sua verità da Barbara D’Urso

morgan live 2020
Morgan a Live Non è la D'Urso

E alla fine Morgan ha ragione e gli altri torto, non c’era nemmeno bisogno di dirlo o di sentirglielo dire. L’artista è salito sul palco di Live Non è la d’Urso ieri sera per regalare al pubblico il suo personale racconto di quello che è accaduto tra i due dietro le quinte prima della puntata tornando a parlare di questo presunto complotto e di come lui sia stato usato solo per arrivare a Sanremo altrimenti Bugo sarebbe rimasto nessuno. Adesso grazie a lui non solo adesso il suo compagno di viaggio è “un Bugo che c’è e che esiste grazie a lui” ma anche la kermesse ha fatto ascolti proprio grazie alla sua presenza. La personale lettura di Morgan di quello che è successo non ha lasciato indifferente il pubblico a casa, che continua ad inveire contro di lui reo di un’altra caduta di stile che lo terrà lontano da Rai1 per un po’, e anche le sfere di Barbara d’Urso che lei stessa ha dovuto mettere a tacere durante il racconto di Morgan in nome del rispetto che devono portare a lei in quanto padrona di casa. Quanto durerà l’ennesima telenovela con protagonista Morgan? Almeno fino a quando l’artista non dirà qualcosa di male anche nei salotti di Barbara d’Urso…. (Hedda Hopper)

LE PAROLE DI MOGAN A LIVE NON E’ LA D’URSO

Morgan ha rilanciato la teoria del complotto a “Live Non è la D’Urso”. «Ho fatto un arrangiamento per la canzone e poi hanno usato il loro. Quindi per accontentarmi mi hanno affidato quello della cover. Abbiamo scoperto che all’orchestra era stato dato un altro arrangiamento. Mi hanno preso per il culo». Riguardo l’esibizione, che è andata male: «Mi ha umiliato come musicista, così mi ha dichiarato guerra». E lui ha reagito meditando vendetta: «Sono andato sul suo pezzo e ho cambiato le parole, che dicono quello che penso. Gli ho detto: “Vedrai questa stasera, ti darò le mazzate”. Ma con poesia». Dopo aver smentito sputi e morsi nel backstage, ha proseguito con le accuse: «Prima mi hanno usato per arrivare a Sanremo, poi hanno fatto di tutto per sbarazzarsi di me. Lui non regge il palco, quindi dovevano eliminarmi». E ha rivelato da Barbara D’Urso un retroscena sulla figlia di Sergio Endrigo: «Ha cominciato a mandarmi i messaggi dicendomi: “Cos’è sto scempio?” È troppo grave, gliel’ho fatta pagare». E quindi ha raccontato come è nata l’idea: «Io avevo un plico di 50 fogli con le frasi. Sarei andato in platea per far fare il karaoke e rovinare così la sua canzone». E poi citando Achille Lauro e il look della prima esibizione: «Io sono San Francesco! Mi sono spogliato di tutto e ho creato Bugo». (agg. di Silvana Palazzo)

CLICCA QUI PER IL VIDEO DELLA LITE DIETRO LE QUINTE

MORGAN “BUGO VOLEVA FARMI FUORI, MI HA PRESO PER IL CU*O!”

Morgan racconta la sua verità a “Live Non è la D’Urso” su quanto accaduto con Bugo, ma parte dalla serata delle cover, quella in cui la situazione è precipitata tra i due. «Siamo riusciti a mettere in piedi la canzone di Sergio Endrigo, ma quella sera Bugo ha fatto il suo atto terroristico. Non ha rispetto nulla di quello che abbiamo fatto alle prove. Ha cantato tutto il pezzo e ha fatto una pessima figura». Morgan ha poi fornito la sua spiegazione dietro al gesto di Bugo: «Sapeva che così sarebbe esistito. Ora grazie a me ora esiste». Quindi ha suonato e cantato la canzone che avevano cantato venerdì a Sanremo 2020. «Noi non abbiamo litigato, ci hanno fatto litigare. Loro volevano che mi ritirassi. Mi riferisco a Bugo, il manager e lo staff. Loro erano 17, noi 3. La Sony aveva stabilito un budget, ma loro erano 17 e noi 3. Poi l’ultimo giorno sono pure rimasto solo». Morgan ha parlato da Barbara D’Urso di prepotenza da parte di Bugo e del suo staff. «Da quando sono arrivati a Sanremo hanno fatto di tutto per farmi fuori». (agg. di Silvana Palazzo)

MORGAN A LIVE NON È LA D’URSO

Morgan ospite oggi di “Live Non è la D’Urso”. Il cantante si “rifugia” da Barbara D’Urso dopo l’espulsione dal Festival di Sanremo 2020 con Bugo. È pronto a raccontare la sua verità, dopo le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa. Prima della conferma ufficiale, arrivata con lo spot, era circolata proprio la voce che Morgan potesse tornare dalla conduttrice. Nelle scorse ore era stata avvistata infatti la Limousine del programma proprio a Sanremo. L’idea era quella di dare la possibilità agli esclusi di dire la loro. Ma visto che è scoppiato il “Morgan & Bugo gate” Barbara D’Urso non si è fatta scappare un’occasione così ghiotta e quindi ha fatto il colpaccio. Entrambi hanno dato la loro versione dei fatti, ma l’ex frontman dei Bluvertigo vuole esporre le sue idee anche nel salotto di Canale 5. E sarà un modo anche per rispondere a quanto dichiarato oggi da Bugo all’Ariston durante lo speciale di Domenica In.

MORGAN A LIVE: PACE FATTA CON BARBARA D’URSO?

Rappresenta una scelta senza dubbio curiosa quella di Morgan di vuotare il sacco a “Live Non è la D’Urso”. Qualche mese fa infatti aveva avuto uno scontro proprio con Barbara D’Urso. Il cantautore non si era presentato in puntata, scatenando la dura reazione della conduttrice. Ora invece è pronto a tornare per esporre la sua versione su quanto accaduto al Festival di Sanremo 2020. Il ritorno su Canale 5 di Marco Castoldi segna la pace con Barbara D’Urso dopo gli ultimi screzi? E chissà se affronterà anche la questione dello sfratto dello scorso giugno, per il quale la conduttrice avrebbe dovuto ospitarlo nei mesi scorsi. L’ospitata di oggi, domenica 9 febbraio 2020, potrebbe quindi rappresentare per Morgan l’occasione per chiarire questa vicenda con la conduttrice, che tra l’altro è stata anche velatamente attaccata da Mara Venier oggi proprio per la scelta di invitare Morgan nel suo programma.

MORGAN E BUGO, CAOS SANREMO: ESPOSTO CODACONS

Ma sul caso Morgan e Bugo potrebbe esprimersi in futuro anche la Corte dei Conti. Il Codacons ha deciso di presentare un esposto alla magistratura contabile affinché sia accertato il danno erariale per la Rai per l’abbandono dei due cantanti e la conseguente espulsione. Come spiegato dal presidente Carlo Rienzi in un comunicato stampa, ogni anno la Rai versa un contributo in denaro agli artisti in gara a Sanremo. «Una cifra che si aggira attorno ai 48mila euro a cantante e che viene elargita a titolo di rimborso spese». L’esposto verrà presentato lunedì alla Corte dei Conti: si chiederà di accertare eventuali danni erariali subiti dalla Rai a causa del comportamento di Morgan e Bugo. «Senza contare i danni morali prodotti agli altri artisti che avevano presentato nei mesi scorsi una canzone e sono stati esclusi dal Festival per far posto al brano di Morgan e Bugo». Inoltre, chiederà ai due artisti di restituire all’azienda qualsiasi contributo economico ricevuto dall’azienda per partecipare al Festival di Sanremo 2020.

© RIPRODUZIONE RISERVATA