Morgan/ Sfratto rimandato: “La pace con Jessica e mia figlia Lara? Siamo felici”

- Morgan K. Barraco

Morgan, Marco Castoldi: dallo sfratto rimandato, al provvidenziale malore fino al rapporto recuperato con l’ex Jessica Mazzoli. Riuscirà a rialzarsi economicamente?

morgan signoretti live
Morgan e Riccardo Signoretti (Live - Non è la D'Urso)

Morgan è in collegamento a Live – Non è la D’Urso dalla casa oggetto del provvedimenti di sfratto. E a chi crede che la scelta sia discutibile, il cantante si giustifica così: “Barbara D’Urso pensava che fosse un luogo idoneo per a costruire questo racconto pensava che fosse un luogo assolutamente idoneo, quello della casa, per raccontare la vicenda è una questione di scelta editoriale”. Per lui il conforto della sua ex, Jessica Mazzoli, che ha scelto di non infierire sulla sua situazione economica in un momento così complicato: “Non sono una persona che mette muri, non mi piacciono i muri”, spiega l’ex gieffina, che dopo aver lottato a lungo è riuscita a dare finalmente a sua figlia la serenità che ha sempre sognato. “Siamo tutti molto felici di questa cosa”, aggiunge il cantante, che finalmente può viversi con serenità un rapporto fino a oggi quasi inesistente, quello con la sua secondogenita: “Lara io non è che l’abbia vista molto. Sono stato qualche mese appena nata, con la bambina, sempre assieme, quattro mesi credo. Poi non l’ho più vista, l’ho vista una volta”. Sul gesto di Jessica Mazzoli, invece, spiega: “Le fa molto onore questo, sono stato felice che lei abbia reagito in questo modo perché ha dimostrato intelligenza, ha fatto una cosa davvero bella”. (Agg. di Fabiola Iuliano)

Lite con Riccardo Signoretti: “A te non possono venire dei figli”

Per Morgan si avvicina il giorno dello sfratto. Qualche giorno fa è infatti riuscito a posticipare l’espropriazione a causa di un malore improvviso, ma la vicenda giudiziaria è solo posticipata. Cosa succederà fra due giorni? In un filmato, l’artista spiega che la “procedura di espropriazione immobiliare promossa da Asia Argento” sarà esecutiva. L’attrice, però contrattacca sui social, definendo il padre di sua figlia “un miracolo ambulante”; poi, palesando un suo futuro da senza tetto costretto a vivere su una panchina, ipotizza che forse da lì riuscirà a a trovare la giusta concentrazione per scrivere un album dopo dodici anni. Ma cosa pensa Morgan delle sue parole? “Quando Asia Argento ha detto ‘a ripigliate’ mi sono ripigliato – spiega l’artista – sono stato male perché in uno sfratto non si può stare bene. Se giovedì tornano per buttarmi fuori? Sì, ormai è un’abitudine, ci sono abituato. Il cognome non è più Castoldi, ma sfrattato”. Ma a Live Non è la D’Urso lo scontro si accende con Riccardo Signoretti. “Penso tu non ci possa fare pena”, spiega l’opinionista, “a me la casa non la tolgono, non ho fatto niente”. Al vetriolo la replica dell’artista: “A te non possono venire dei figli”. (Agg. di Fabiola Iuliano)

Morgan: Jessica Mazzoli arriva la pace ma con Asia Argento…

La battaglia di Morgan non è ancora terminata, anche se rispetto alla data iniziale in cui avrebbe dovuto lasciare la sua casa di Monza è riuscito ad ottenere alcuni rinvii. Diversi colleghi hanno accolto uno dei suoi ultimi appelli, uno dei quali avvenuti tramite le telecamere di Live – Non è la d’Urso, dove Marco Castoldi, in arte Morgan, interverrà anche nella puntata di oggi, mercoledì 19 giugno 2019. Una situazione davvero complicata per lo storico frontman dei Bluvertigo, collegato agli alimenti non pagati dovuti ad Asia Argento per il mantenimento della primogenita Anna Lou. Nonostante si sia riappacificato con l’ex Jessica Mazzoli, i rapporti fra Morgan e Asia continuano ad essere tesi: la seconda lo ha accusato in modo crudo sui social di essere dipendente dalla droga, augurandosi che lo sfratto possa in qualche modo impedirgli di dare sfogo alla sua dipendenza. Anche Castoldi le ha riservato lo stesso trattamento, sottolineando che ai suoi occhi sarebbe proprio l’Argento ad essere dipendente da certe sostanze. “A me di Asia non importa nulla“, ha sottolineato durante il suo ultimo intervento nel salotto di Barbara d’Urso. “Mi fa molto tristezza, non sembra una cosa apposto“, ha aggiunto inoltre sottolineando che la sua ex sarebbe una distruttrice. Clicca qui per rivedere il video di Morgan a Live – Non è la d’Urso.

Il tour basterà a Morgan per rientrare economicamente?

Dopo aver rilasciato il suo ultimo singolo Per persempre, interpretato anche sul palco di The Voice of Italy dove è giudice, Morgan continua la sua corsa per riprendersi uno spazio nel panorama musicale italiano. Molteplici gli appuntamenti estivi che lo vedranno salire sul palco di tante piazze, dal prossimo appuntamento del 21 giugno a Macerata, in occasione della Musicultura Festival fino a Rapallo per il Sumer Festival del 9 agosto ed infine l’ultima tappa nota finora a San Giorgio, in provincia di Benevento, dove il cantautore sarà presente al fianco della Band il 24 agosto 2019, per la Notte Bianca. Tappe senza sosta, anche per scongiurare la crisi che lo ha colpito duramente negli ultimi mesi e che gli potrebbe permettere in qualche modo di risollevarsi dal punto di vista economico, neo che ha provocato negli anni l’impossibilità da parte sua nel pagare gli alimenti alle figlie. Questa la posizione sempre mantenuta da Morgan anche nei recenti interventi televisivi, in cui spesso si è definito Morzgant, alludendo ad una sua fusione con il grande compositore Wolfgang Amadeus Mozart. A quanto pare inoltre non è stata ancora detta tutta la verità sullo sfratto appena subito, rinviato solo a causa di un malore e ancora incombente sulla sua testa. Morgan approfitterà ancora dello studio di Live – Non è la d’Urso proprio per parlare di come sia arrivato a dover lasciare la sua amata casa di Monza, che spesso ha definito al pari di un museo. Anche solo per la presenza dei tanti strumenti acquistati negli anni, oltre agli album, i dischi e molto altro ancora sui big della musica italiana, come Fabrizio De Andrè e Luigi Tenco, due dei cantautori più amati dallo stesso artista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA